Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

ASD Ficarazzi calcio a 5 continua la serie positiva. Intanto i giovani fanno esperienza

23 marzo 2019, Palasampognaro di Ficarazzi
22^ Giornata Girone B Campionato C2 Futsal 2018/2019
ASD Ficarazzi C/5–Studio De Santis 8-2
La squadra stava difendendo sull’ennesimo portiere di movimento degli avversari. Partita chiusa da tempo, si stava già sul 6-2…palla recuperata e rimpallo.

La stoppa di petto il nostro ragazzo, mentre un’occhiata veloce gli fa rendere conto di avere la porta avversaria libera, lontana ma libera. Controllo di coscia (la porta avversaria, lontana ma libera e calcio di prima a scavalcare tutto e tutti, a superare tutti quei minuti ad aspettare in panchina, molte volte anche in tribuna, a dimenticare tutte le convocazioni lette col cuore in gola: un tiro, una palombella lenta e bella, ad infilarsi in rete, e sentire che la gente lo voleva. Ed allora un dito ad indicare la propria panchina, i propri compagni.

“Questo gol è vostro – diceva quel dito – per ogni volta che mi avete incoraggiato, per ogni consiglio che mi avete dato”. Poi giù a terra sommerso dall’abbraccio dei compagni. Perché quel gol invece è suo, per tutta la pazienza che ha avuto, per tutto il coraggio che ha mostrato in questi anni di crescita.
Perché un gruppo si costruisce anche così, accettando le panchine, aspettando il proprio turno, ascoltando i consigli, per sfruttare quei pochi minuti, quelle poche occasioni che il campionato ti offre.

E questo vuole essere un omaggio a Giuseppe Carollo, uno dei baby della nostra rosa, che a pochi minuti dalla fine dell’incontro valido per la 22^ giornata del campionato di C2, girone B, contro lo Studio De Santis, si è preso l’intera scena, insaccando dalla propria metà campo un gol bellissimo per tecnica e coraggio. Ma anche ad un altro ragazzo, Luca La Barbera, sempre presente, silenzioso e coraggioso almeno quanto Giuseppe. Lui il gol lo aveva sfiorato sul finire dell’incontro casalingo di coppa contro il Città di Bisacquino. Entrambi sanno che per loro non è cambiato niente, che dovranno comunque continuare a correre più degli altri, impegnarsi più degli altri per meritarsi quei minuti. E mister Fricano sa che potrà contare, in questo finale di stagione, su due frecce in più al suo arco.

Tornando alla partita, dopo il suo turno di riposo, il Ficarazzi, sabato 23 marzo, è tornato in campo, nel suo campo, il Palasampognaro, per il campionato. Ospite di turno lo Studio De Santis. Che porta bei ricordi a mister Fricano, perché la partita d’andata (vinta per 5-2) rappresentò il suo esordio sulla panchina del Ficarazzi. Come da copione, gli ospiti cercavano di sorprendere i nostri con la tattica del portiere di movimento usata di continuo, accettando i rischi del caso ma tenendo di più il possesso palla. Ed all’inizio della partita ci riuscivano, passando anche in vantaggio verso la metà del primo tempo. Il gol dello svantaggio però svegliava i ragazzi del Ficarazzi, che da quel momento in poi cercavano di recuperare palla con più veemenza e quando ci riuscivano partivano veloci verso la metà campo avversaria, quasi sempre sguarnita.

La bravura del Ficarazzi così era quella di raggiungere il pareggio quasi subito, con un’imbucata forte e precisa di Parisi per Giordano che libero sul secondo palo insaccava. E prima del finire del tempo, il Ficarazzi imponeva la propria legge andando in gol altre due volte, con azioni quasi uguali, imbucate sul secondo palo di Parisi (alla fine saranno ben quattro i suoi assist) per il laterale di turno (Leto per il 2-1 ed ancora Giordano per il 3-1).

Ad inizio ripresa gli ospiti cercavano di rientrare in partita, col secondo gol, ma ben presto il Ficarazzi ristabiliva le distanze; e per evitare rischi inutili per una vittoria fondamentale per il prosieguo del proprio campionato, le allargava pure queste distanze, per un 8-2 finale che non ammetteva repliche. Marcatori: quattro alla fine erano le reti di Mirko Giordano; doppietta invece per Leto ed un gol ciascuno per Carollo e Zangara.

C’era tempo anche per lo spettacolo, perché oltre alla palombella di Giuseppe Carollo, da sottolineare l’ottavo gol, mix di tecnica e movimenti precisi: si svolgeva tutto sulla fascia destra del campo, palla dal portiere D’alba a Zangara, che per uscire dal pressing avversario altissimo chiedeva un 1-2 a Lo Monaco che gli si avvicinava e gliela ridava, nella corsa Zangara allargava il gioco sul lungo linea dettato dal movimento del pivot Ciminna; una volta protetta palla Ciminna la restituiva, con uno spettacolare scavetto di esterno allo stesso Zangara, che intanto aveva tagliato il campo verso il centro, lasciandosi dietro compagni ed avversari; controllo di suola ad invitare il portiere all’uscita, e tiro di interno all’incrocio.

Soddisfatto mister Fricano al termine della gara, che ci dice: “Temevo questa partita, perché dopo la sosta non sai mai come può reagire una squadra. Infatti all’inizio abbiamo sofferto. Appena ci siamo sciolti, abbiamo risolto i problemi”.
Nel tabellino della partita, oltre i soliti noti, abbiamo il gol del giovane Carollo e l’ennesimo assist dell’infinito Ciminna: “Sì, sia loro singolarmente che la squadra intera avevano bisogno di tutto questo per poter continuare a credere nel progetto. E se poi l’esperto mette le sue conoscenze al servizio del ragazzo emergente, e dal canto suo il ragazzo mette in campo entusiasmo e voglia di correre e di emergere; e se tutto questo è offerto per la causa comune della squadra, il mix può essere davvero esplosivo.

E se questo accade devo ringraziare tutti i componenti del gruppo, quelli che già c’erano l’anno scorso insieme ai nuovi, quelli che hanno più partite di un certo livello alle spalle insieme a quelli che invece si apprestano a giocarle per la prima volta. Ed io sono orgoglioso di allenare un gruppo del genere”.


Addetto Stampa ASD Ficarazzi C/5
Salvatore Nola

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*