Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Auguri di BUON NATALE

Non ricordo quanti anni fa fu aperto questo blog che parla di Ficarazzi. Di certo insieme ad altri “giornalisti” dal 1992 cerchiamo di dare informazioni e notizie su questo piccolo paese. Lunga la strada dell’informazione e tante esperienze, ma con un solo e semplice obiettivo: dare a voi lettori una possibilità di leggere e conoscere il paese.

Non sempre ci siamo riusciti. Spesso abbiamo lottato contro un nemico invisibile e spietato come il disinteresse per le cose comuni. Quando i lettori si allontanano per noi è una sconfitta.

Oggi il web mi da la possibilità di parlare del mio paese e di raggiungere persone che possono essere interessate a questo tipo di notizie. Semplicemente leggendo gli articoli dallo smartphone di ultima generazione, dal tablet o dal computer portatile in ogni pare del mondo. Vicini e lontani, non importa la distanza, ma solo l’interesse per il paese.

Questo è l’energia che spinge il motore di questo sito. Finchè anche una sola persona visualizzerà il sito questo rimarrà aperto e sempre aggiornato.

Ficarazzi vive una crisi senza precedenti. A Natale questa crisi è sempre più evidente. Nessuna illuminazione che ne ricordano i fasti e pochi negozi coraggiosi che tentano di rendere più luminoso un corso buio e vuoto.

Le casse comunali sono a secco. Gli stipendi vengono pagati in ritardo e si fanno i salti mortali per mantenere pulito il paese. Dietro l’angolo nei prossimi mesi c’è l’emergenza rifiuti che la regione non riesce a superare. La raccolta differenziata è al palo e le promesse di farla iniziare subito svaniscono nella notte e nulla si sa.

La scuola è al freddo e gli allievi della scuola media ci dicono che le sedie non sono tanto comode per svolgere le lezioni. Il municipio vecchio viene chiuso perchè non è più idoneo e le altre strutture pubbliche come il palasport ed i campetti del Martinetto di certo non sono in condizioni migliori. La palestra della scuola materna in via dell’Aia è stata vandalizzata e sono rimasti solo i muri.

Negli anni scorsi il Presepe Vivente dei Villa Merlo era una occasione di svago e incontro. Belle esperienze che rimangono vive nella memoria. Oggi Villa Merlo è inguardabile. Cosi come i suoi giardini. 

E non ho alcuna voglia di dare la colpa al Sindaco e alla sua amministrazione. Se fossero stati altri gli amministratori non credo la situazione sarebbe stata diversa. Quando le casse del comune sono al secco cosa potrebbe fare un sindaco? 

Per questo dico che siamo di fronte ad una crisi senza precedenti. Domani è Natale e vogliamo che la speranza possa prevalere sui brutti pensieri. Vogliamo essere positivi e sperare che il Natale possa essere l’occasione per una inversione di rotta. 

Speriamo che tutti noi possiamo diventare attori principali di un nuovo anno. AUGURI DI UN SERENO E SANTO NATALE a tutti i nostri affezionati LETTORI. AUGURI

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*