Aumenta la Tassa dei Rifiuti, l’opposizione alza le barricate

L’amministrazione (nella foto il sindaco Cannizzaro) con la delibera di giunta votata all’unanimità ha aumentato la tassa dei rifiuti, la TARSU, incrementando le entrate di oltre 300 mila euro e garantendo cosi la copertura del servizio di raccolta e smaltimento oltre l’80 % per un totale vicino a 1 milione e 500 mila euro. La proposta dell’ufficio competente era per un aumento del 60 % rispetto allo scorso anno, anche se la giunta comunale sembrerebbe intenzionata ad un aumento contenuto al solo 20 %.  L’aumento verrà portato in consiglio comunale il prossimo 30 agosto in occasione dell’approvazione del bilancio di previsione. Il Partito Democratico di Ficarazzi non ci sta e ha distribuito un volantino di protesta che invita la maggioranza o quel che ne resta, ad andare via. Secondo il PD ficarazzese non si può chiedere al cittadino un aumento del 100% ( dato riferito dal volantino) ai privati e del 110% ai commercianti in un arco di tempo cosi ristretto. Negli ultimi tre anni ci sono stati aumenti.  Secondo il Pd questo è il terzo aumento di fila che mette a dura prova le tasche dei cittadini.

Anche su Facebook è montata la protesta dei naviganti. Sono molti coloro che reputano un aumento della tarsu come una rapina legalizzata ai cittadini dopo le pessime condizioni della raccolta e le continue emergenze rifiuti. Facendo un esempio riportato dalla rete un cittadino spiegava la sua situazione. Pagava qualche anno fa 36 euro in 4 rate e ad oggi, paga ben 72 euro per 4 rate. Dopo l’aumento dovrebbe pagare 86 euro in 4 rate con i dati del volantino distribuito dal PD. L’aumento delle tasse ai cittadini avviene in un periodo di profonda crisi economica e sociale. E si rimane in attesa del decreto fiscale del governo centrale.

Potete leggere la delibera di giunta da qui: Delibera di giunta n. 107

Il volantino del PD è appeso in ogni angolo del paese, eccone una copia:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*