Caro Assessore Curvato, mettiamoci al lavoro

.

Le elezioni sono state archiviate e con la presentazione della giunta si è ormai al lavoro nell’amministrazione di questo piccolo paese alle porte di Palermo. 

Caro Assessore Marinella Curvato, un pò speravo che fosse riconfermata alla delega della Pubblica Istruzione perchè, come le avevo richiesto tempo fa, bisogna lavorare per mettere in produzione quei famosi pannelli fotovoltaici che stanno sopra i tetti delle scuole pubbliche del paese.

Il passato lo releghiamo in archivio per evitare inutili polemiche. Mettiamo un punto e ripartiamo da zero. Nei tetti delle nostre scuole, se le informazioni in mio possesso sono corrette, dovremmo avere una potenza energetica di 80 Kw per la scuola media e di trenta per ognuna delle due scuole elementari. 

Di certo le bollette energetiche del recente passato dimostrano che i pannelli non sono collegati alla rete, altrimenti non si spiegherebbe perchè paghiamo tanto di energia elettrica.

In campagna elettorale il sindaco ha affermato che per risolvere il problema occorrono solo 15 mila euro che sembrano una cifra accessibile per mettere in funzione l’impianto.

Ovviamente bisogna aspettare il nuovo bilancio e mettere la cifra nella disponibilità della spesa. Per far questo occorrerà tempo. Spero il più breve possibile.

Questa lettera vuole essere uno sprono al suo lavoro e al mio impegno perchè solo rendendo pubblico passo per passo il lavoro che ci sta dietro ad ogni scelta la gente può giudicare quello che è stato fatto.

Per questo mi sto mettendo a sua completa disposizione per quanto mi è possibile e per le mie competenze, per lavorare nell’impresa di azzerare la bolletta energetica grazie all’utilizzo dei pannelli fotovoltaici presenti nei tetti e se lei vorrà possiamo rendere pubblici tutti i passaggi e le difficoltà che si potranno affrontare per ottenere il risultato.

Se per Lei non sentirsi sola è un aiuto siamo pronti a starle accanto. Basta chiederci come.

Buon Lavoro!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*