Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Cartolina dal Giro d’Italia per Filippo Fiorelli. 7^ tappa Matera-Brindisi. La “pizzica” di Filippo Fiorelli…

Si lasciano i sassi di Matera per il Salento… prevista passeggiata di 143 km tra ulivi e vigneti e invece fin dall’inizio folate di vento e gruppo compatto…concentrato…una massa nervosa che scatta…scappa…graffia…si aggroviglia come un ragno e tutti giù per terra…cadute fin da Taranto…

Affini si rialza ma Oldani lascia… prima di Grottaglie è la volta di Statson a 53 km dall’arrivo. Sempre grande intensità…il gruppo si apre a ventaglio e il nostro Filippo Fiorelli è lì nel mezzo quando a meno 45 km dall’arrivo grande caduta generale che coinvolge Hagen Holmes Bennet Bevilacqua Rodriguez…si fermano anche Ganna Martin Pozzovivo… il gruppo si spezzetta… un gruppo con Zacharin…un drappello con Ganna…a Francavilla Fontana è attardato anche Vanhoucke che in classifica è 5° davanti a Nibali…

Tutti si danno battaglia…sembrano tarantolati…corrono con frenesia…trenini scomposti…disordinati…a meno 24 km da Brindisi rientrano nel gruppo Ganna e Zacharin con gli inseguitori…a meno 20 sono tutti insieme e malgrado il vento si vola a 55 km orari… i capitani sono tutti davanti…non vogliono rischiare cadute in quel mucchio selvaggio che si agita…sgomita…cerca spazio…non risparmia nessuno…a Mesagne già fanno capolino in prima linea Sagan Ulissi Yates Pozzovivo Nibali e Fiorelli è col compagno Lonardi… è lui l’uomo sprint della Bardiani e Filippo lo aiuta tra Viviani Gaviria Ballerini… è già come una volata continua con i velocisti irrequieti…chi non è della volata si defila…Brindisi…centro storico…curve a 90 gradi affrontate ad alta velocità…

Filippo è in piena bagarre nel gruppo con Matthews e Campenaurt…Filippo non molla…come un’anguilla sguscia agile e veloce lasciandosi dietro Lonardi e Viviani Bjerg e Zabel…davanti a lui ancora i giganti dello sprint…Demare è per la terza volta il primo, è un cannibale…brucia Sagan e Matthews…ma tra i primi dieci c’è lui…l’aquila di Ficarazzi che non finisce di stupirci…ancora un 9° posto che acquista valore guardando l’ordine d’arrivo…in classifica genere non cambia nulla…una grande soddisfazione per la squadra che vede adesso in Fiorelli il ragazzo di punta…colui che naviga a vista tra i primi come un corridore esperto…sono certo che uno come Filippo sarebbe piaciuto a un grande giornalista del ciclismo come Gianni Mura… scomparso a marzo di quest’anno…

Lui amava i campioni che sono prudenti…umili e di poche parole…che non amano strafare…corrono in sordina…sanno stare tra le file e poi escono fuori a dare battaglia…senza paura…e finora Filippo Fiorelli zitto zitto…a piccole pedalate “pizzica” il Giro d’Italia e la carovana con il suo mucchio selvaggio ben presto scoprirà che sarà difficile per la “balena” mangiarlo…domani 8^ Tappa…Giovinazzo-Vieste (Gargano) di 200km…la splendida Puglia…il suo mare…due salite e mille curve…ancora nervosismo e tensione ma è il Giro!!!

di Giuseppe Morreale

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*