continua l’avventura di Filippo Fiorelli al Giro di Sicilia… conquista della Maglia Ciclamino

Giro di Sicilia 2022… 3^ tappa Realmonte-Piazza Armerina. Continua l’avventura di Filippo Fiorelli al Giro di Sicilia… 3° a Piazza Armerina, 4° in Classifica Generale e conquista della Maglia Ciclamino.

Dalla Scala dei Turchi ai Mosaici di Villa del Casale con sullo sfondo la Valle dei Templi e le ceramiche di Caltagirone, la bellezza del Giro di Sicilia è immensa. La tappa è un continuo saliscendi, scatti e controscatti con prove di fuga che si concretizza dopo il 15 km, vanno in fuga in 6, Svreck, Stojnic, Iacchi, Burchio, Furlan e Miholjevic, si sale verso Naro per 15 km e al GPM primo è Iacchi, il distacco sale e al 67 km è di 5 minuti ma il gruppo fa andatura lenta.

Si va verso il centro della Sicilia barocca, lontano restano Porto Empledocle, si passa sotto Delia, Sommario, Riesi ma la festa al giro la fanno a Canicattì e ci sono alcuni ritiri Thissen, Garcia, anche Furlan lascia i fuggitivi, poi tocca a Brustenga.

Vento in faccia e sferzata alla testa del gruppo, l’Astana e la Nazionale con la Bardiani aumentano il ritmo ma a Caltagirone il traguardo volante è di Burchio con Mihalojevic secondo ma il vantaggio scende sotto i 3 minuti; si scende per la vallata e si attraversa San Michele Ganzaria il paese dei fichidindia, siamo a meno 18 e la Badiani attacca, Sverck si stacca, il croato va via da solo, la strada sale leggermente, Caruso teme per la maglia, anche Nibali, Filippo resta alla loro ruota, ai meno 9 il croato ha 1’30” di vantaggio e 19 anni, difficile riprenderlo, ha gamba e vola.

Il gruppo si spezza, Scarano e Carboni tirano ma ormai è troppo tardi. Nibali marca Caruso, Filippo è sempre lì, Fedeli tira ancora ma la velocità è scesa, il vento frontale infastidisce, si entra nel centro storico di Piazza Armerina, Filippo come un’aquila respinge il vento, volteggia sui pedali con grazia, ha forza nelle gambe, sembra agile ma non soffre, guizza tra i volponi, tra i granatieri, per lui che volò alto sul Cervino questa salita sembra quella di Calamigna ed esce dal drappello, il croato è primo, il canadese Cote a sorpresa sbuca davanti al nostro Filippo ed è secondo, con rammarico ancora terzo ma la prova di forza è di quelle che dà sicurezza, che ti conforta, dà fiducia e ti conferma al quarto posto in classifica generale dietro ai tre lupi e per ciliegina sulla torta arriva la maglia ciclamino, dai Filippo oggi hai mostrato la tua crescita, la tua tenuta fisica e anche una sapienza tattica da “grande”, continua così Filippo…

Giuseppe Morreale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*