Esenzione Tiket, ressa al poliambulatorio di Bagheria

Tra gli utenti anche diversi ficarazzesi. Una norma regionale complica un servizio che prima funzionava benissimo. Scene come quelle viste venerdi pomeriggio davanti al poliambulatorio di Via Mattarella a Bagheria rendono ancora piu’ chiaro, ammesso che ce ne fosse stato bisogno, l’enorme differenza che intercorre tra l’interpretazione della realta’ da parte dei nostri legislatori (in questo caso della regione Sicilia) e le esigenze primarie della cittadinanza, soprattutto se poi a pagarne le conseguenze sono le classi piu’ disagiate.

Per il rinnovo dell’esenzione ticket una parte degli aventi diritto sono costretti (nel vero senso del termine) ad affrontare una vera e propria guerra per arrivare allo sportello abilitato al rilascio del diritto alle medicine gratis, cosa che fino allo scorso anno veniva delegato ai patronati con una semplice autocertificazione.

ticket

ticket2

 

Da palazzo D’Orleans hanno deciso che da quest’anno mentre per i pensionati ultrassessantenni il rinnovo avviene in automatico per tutti gli altri occorre obbligatoriamente procedere al rinnovo dell’esenzione attraverso i Poliambulatori dei vari Distretti sanitari.

Il Poliambulatorio di Bagheria procede all’operazione di rinnovo solo nei pomeriggi dei giorni dispari dalle 15 alle 18, orari assolutamente inadatti ad affrontare una utenza che fa capo non solo a Bagheria ma anche a Ficarazzi e numerosi centri vicini e da quello che e’ successo venerdi scorso si prevede che nei prossimi “appuntamenti” la situazione andrà  a peggiorare, basti pensare che nei prossimi giorni le prenotazioni coprono l’intero arco dell’orario di apertura degli sportelli e nel frattempo chi necessita di medicinali e’ costretto a comprarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*