Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Ficarazzi è un’isola felice: qui il pizzo lo pagano tutti

Negli ultimi giorni sono successe alcune cose che ci sembrano lontane migliaia di chilometri ma che, invece, ci riguardano tutti. In un consiglio comunale il Sindaco Giuseppe Cannizzaro ha detto che a Ficarazzi il pizzo lo pagano tutti. Una frase coraggiosa e di denuncia che ha fatto scoppiare un caso tra politici e cittadini. Il Sindaco ovviamente non ha certezze ma impressioni, stati d’animo, senza prove, alla politica non servono certezze giudiziali. Passano alcuni giorni e Ficarazzi ritorna di attualità con un mafioso condannato e che ha espiato la sua pena che si converte e diventa collaboratore di giustizia. Il primo pentito della mafia a Ficarazzi. Un passaggio coraggioso da cui non si ritorna certo indietro. Parla con i giudici e viene condotto in una località segreta e rileva una cosa “incredibile”: a Ficarazzi il Pizzo lo pagano tutti e con “fattura”, aggiungiamo noi. Dice pure che Provenzano, molto religioso,  andava a messa in paese e che ci viveva pure bene nel nostro paese. Stavolta la fonte è autorevole e non occorrono prove a sostenere una simile dichiarazione. Quindi il sindaco aveva una giusta sensazione: i commercianti di Ficarazzi vengono vessati dal pizzo e tutti lo pagano in silenzio. Quante denunce sono state fatte in questi tempi? crediamo nessuna. Qui la mafia opera tranquillamente e se anche le forze dell’ordine sono riuscite a dare alle patrie galere gli esponenti della vecchia e nuova mafia ficarazzota, il pizzo rimane una attività di primo piano. Una fonte di reddito per “campare” le famiglie dei carcerati e sostenere lo spaccio di droga e di eroina che a Ficarazzi, ed è una nostra sensazione ma non ne siamo sicuri, si compra come il pane, ad ogni angolo di strada. La società non si muove, rimane inerte e distante e nulla cambia. Nella vicina Palermo l’associazione Addio Pizzo fa tre giorni di consumo critico, organizza convegni e presenta quegli imprenditori che hanno avuto il coraggio di dire no al pizzo ed alla mafia. Grazie a questi ragazzi qualcosa a Palermo si muove ma da Ficarazzi sembrano lontano migliaia di chilometri. Troppo lontani per noi. Il paese è o sembra un isola felice per il pizzo, una zona franca dove si emettono fatture regolari per il fisco e si pagano le tasse. Ficarazzi è PIZZO FREE nel senso che si paga regolarmente e senza il rischio per l’estortore di prendersi una denuncia. Rimangono solo le forze dell’ordine che ogni giorno lottano contro questo Stato parallelo e nascosto che toglie ossigeno al tessuto economico sano del paese. A quando la prima libera denuncia contro il pizzo?

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*