Ganci o moschettoni? Forse sarebbe meglio cambiare strategia

La settimana scorsa su facebook si è aperta una polemica riguardante la presenza di ganci pericolosamente esposti dai balconi. La discussione è stata aperta da Tony Miosi che ha postato la seguente frase: “Questa mattina per poco non mi sfregiavo mentre accompagnavo il bambino a scuola, vi sembra normale in un paese civile???????” Ricordiamo che i ganci sono utilizzati, dai cittadini che usufruiscono della raccolta porta a porta, per “calare” dai loro balconi la spazzatura.

A parziale giustificazione si invitano i cittadini a mantenere la spazzatura a una certa altezza per evitare le scorpacciate dei cani randagi, ma si tratta pur sempre di una pratica che al dir poco è degna di un paese arretrato. Alla discussione si è aggiunto un dipendente della Polizia Municipale che ha chiesto agli intervenuti di telefonare al numero 091 496065 e di segnalargli dove si trovasse il famoso gancio, con l’intento di mandare una pattuglia per intervenire e sanzionare il “gancialoro”.

Ora francamente non credo che ci sia bisogno della classica telefonata, perchè non credo che i vigili urbani non abbiano mai visto i ganci in questione. Tanto che fra gli interventi su FB il cittadino Fabio Galioto dichiarava: “E’ da un ventennio se non di più che a Ficarazzi la raccolta viene gestita in questo modo indecoroso cioè con la spazzatura che penzola dai ganci e questo l’amministrazione locale lo sa benissimo come pure i vigili che vedono e non vedono”. Dobbiamo ammettere che 20 anni sono troppi, ma andiamo avanti.

Un’altro cittadino, Umberto Marletta dichiarava: “Tutte le sere prendo il mio sacchettino, passeggio per via Mulinello e mi osservano come se fossi un alieno che butta la spazzatura nel cassonetto…questa estate mi sono venuti a trovare amici dalla Basilicata, secondo voi cosa mi hanno chiesto????? Togliere questa brutta abitudine è difficile, penso che più che il cittadino singolo, l’amministrazione comunale dovrebbe fare qualcosa…e non pensare a come pulire piazza S. Atanasio solo in occasione di una partita della Juve..io faccio la mia parte, facendo notare al vicinato che basta poco per essere più rispettosi nei confronti del prossimo..scusate il mio essere prolisso, ma più di una volta mi sono trovato faccia a faccia con i “ganci” porta tutto.

” Naturalmente per motivi di spazio mi sono limitato a scegliere pochi commenti. Da questo giornale abbiamo più volte segnalato questa pratica e in particolare con un mio articolo dal titolo: “Il paese dei sacchetti volanti”. Ma a quanto pare lo stesso non ha inciso nei confronti dell’amministrazione comunale, anche perchè tutti i cittadini (lettori compresi) hanno preferito astenersi (come da prassi consolidata) da ogni intervento.

Peraltro nello stesso articolo criticavo l’orario di inizio del conferimento (ore 19.00) che giustifica chi, già a partire da quest’ora, si sente nel diritto di esporre i ganci con relativa spazzatura o lasciare la stessa sopra i marciapiedi. Basterebbe in questo caso posticipare l’orario di conferimento alle 22.00 e mettere in pratica la proposta del vigile di cui sopra che invitava a cambiare i ganci con i moschettoni, molto meno pericolosi dei ganci stessi anche se dal punto di vista del decoro pubblico cambierà poco e niente

P.S Alla fine il vigile in questione ha comunicato che in mattinata era sceso in strada con una pattuglia per suonare in tutte le abitazioni dove c’era un gancio appeso, intimando ai signori a desistere da tale comportamento, e che ritornando in ufficio ha predisposto un avviso che dopo il vaglio del nuovo Comandante e del Sindaco verrà affisso in tutto il territorio. Dopo avere ringraziato tutti ha invitato gli stessi fare altre segnalazioni , perchè da parte della Polizia Municipale si farà tutto ciò che è possibile per la risoluzione del problema.

Giuseppe Compagno ottobre 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*