Gatto operato di calcoli renali, ora sta bene.

La storia del gatto che vi stiamo raccontando è a lieto fine. Lo chiameremo “fortunello”, per dargli un nome fantasioso. Appartiene alla colonia dei felini del Comune di Ficarazzi e due compaesane lo hanno trovato in preda a terribili dolori addominali. Il gatto miagolava troppo; era evidente che avesse problemi. L’unica strada percorribile era portarlo dal veterinario. Cosi armate di buona volontà le due ficarazzesi, madre e figlia, prendono fortunello e lo portano in uno studio veterinario. Nel tavolo del dottore fortunello si lamenta tanto ma essendo un trovatello non può essere curato. Allora si chiama il vicesindaco prima ed il sindaco dopo che lo invitano a curarlo. Fortunello è allo stremo. Ha i calcoli renali e deve essere operato. Per fortuna ha trovato due persone che si sono prese cura di lui ed ora è sotto i ferri del veterinario. L’operazione va bene, fortunello si riprende e può tornare a giocare per Ficarazzi. Alla prima visita di controllo dal veterinario fortunello è guarito. E’ una storia a lieto fine. Un gatto che sarebbe morto tra dolori lancinanti è ritornato a vivere grazie all’abilità del medico e dall’intervento del comune che si è fatto carico delle spese sanitarie del felino fino a completa guarigione. Alla collettività ficarazzese è costato solo 400 euro ma abbiamo un gatto felice, fortunello, che appartiene alla colonia dei felini ficarazzesi ed è sano.

Un pensiero su “Gatto operato di calcoli renali, ora sta bene.

  • 30 Gennaio 2014 in 11:44
    Permalink

    Povero amoruccio, come lo capisco! Anche io soffro di calcolosi e non vi dico che dolori si provano..Penso a quel povero gattino che neanche poteva esprimere a parole le sue sofferenze…Per fortuna che ora sta bene grazie all’aiuto di brave persone. Il consiglio comunque per chi soffre di calcoli renali è di bere tanta acqua e di seguire la dieta giusta (in base al tipo di calcolosi). Io ho trovato buoni consigli su http://www.calcolirenali.it e spero che anche qualche amico di Ficarazzi che ha il mio stesso problema possa trovarlo utile. Ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*