Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Gli imprenditori bagheresi si ribellano al pizzo. 22 arresti nel comprensorio di Bagheria

Questa mattina una vasta operazione dei carabinieri ha portato agli arresti di 22 persone affiliate al clan mafioso di Bagheria accusate di estorsione nei confronti di molti imprenditori e commercianti di Bagheria.

L’operazione dei Carabinieri è stata possibile grazie alla collaborazione fattiva di imprenditori e commercianti bagheresi che hanno denunciato i fatti alla procura e reso possibile capire i movimenti del pizzo nel territorio. La magistratura ha ricostruito la fitta rete anche ai nuovi collaboratori di giustizia che hanno reso possibile individuare chi operava nel territorio e i movimenti estortivi.

Gli imprenditori coraggiosi  sono stati aiutati dalle associazioni contro il pizzo che sono stati vicini ai denuncianti. In manette moltissime persone già in carcere, ma anche visi nuovi. Gli arrestati non sono solo bagheresi, ma anche dei paesi vicini. Questa operazione è l’ennesima contro la mafia locale che aveva subito diversi arresti negli ultimi anni. La magistratura con questa ultima retata ha dato un duro colpo alle famiglie mafiosi bagheresi già dimezzata dagli arresti eccellenti che hanno condotto in carcere i vertici dell’organizzazione ma anche molti gregari affiliati. Il pizzo, però, resisteva anche alle retate antimafia e con la scusa di dover sostenere chi era stato arrestato e le loro famiglie continuavano con le richieste estorsive portando, in alcuni casi, gli imprenditori sul filo del fallimento.

Nel registro delle estorsioni finivano tutte le attività senza esclusioni di categoria. Il settore privilegiato restava l’edilizia, ma anche bar e ristoranti, pizzeria, centri scommesse e frutta e verdura. Insomma, il pizzo veniva chiesto proprio a tutti.

Nelle prossime ore si conosceranno i particolari dell’operazione, intanto potete vedere il video dei Carabinieri sull’operazione Reset 2…

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*