Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

I bambini sono tutti uguali. Appello di una madre

Abbiamo ricevuto una lettera da una madre di una bambina autistica che frequenta l’asilo di Ficarazzi. La lettera è stata inviata a tutti i blog del paese e gli altri hanno pubblicato un articolo riprendendo l’argomento.

Siamo all’inizio della scuola e nelle classi di tutti gli istituti scolastici è spesso presente uno o più bambini che per motivi diversi sono diversamente abili. L’appello di questa madre è rivolto ai genitori dei bambini normali, chiamati normodotati, perchè insegnino ai figli che i bambini sono tutti uguali. Per evitare che si possano verificare dei casi di isolamento che possono influenzare negativamente chi ha già seri problemi.

Una lettera che arriva al cuore di chi è sensibile.

Io personalmente posso dire che è stato mio figlio Alessio ad insegnare a me che i bimbi sono tutti uguali. Lo fa semplicemente considerando un suo compagno con autismo il suo migliore amico.

“Fede” ha una famiglia fantastica che lo segue costantemente e fa tutto il possibile affinchè il figlio autistico possa crescere bene e nel migliore dei modi.

Mio figlio vede in Fede un bambino “speciale” e ogni volta che lo vede lo abbraccia e lo stimola insegnando a me che lo seguo che in realtà nella diversità siamo tutti uguali.

Per questo dico ai genitori di vivere le emozioni dei propri figli perchè chi educa deve anche saper imparare dalla semplicità di tutti i bambini.

Essere genitori è una responsabilità enorme e solo seguendo i bambini nella crescita si può essere certi che possano comprendere che siamo tutti speciali, ognuno con i suoi pregi e i suoi difetti, perchè il mondo è bello perchè vario.

Io devo ringraziare a mio figlio Ale perchè è lui che ha insegnato a me l’inclusione e la sua amicizia con Fede è semplice come può essere quella di due bambini normali. I “grandi” perdiamo la semplicità e diventiamo duri, mettiamo dei muri, invece i bambini sono “puri” e siamo noi che dobbiamo imparare ad essere semplici. Siamo noi ad imparare e dobbiamo educare i figli con questa semplicità.

Ringraziamo la mamma che ha scritto la lettera e che mi ha dato la possibilità di parlare di una piccola amicizia tra due bambini che per me sono speciali in tutti i sensi.

Non posso che essere fiero di essere amico di Antonio e Annamaria, genitori che stimo e ammiro per quello che fanno.

Questa la lettera che abbiamo ricevuto e che pubblichiamo integralmente:

Salve sono la mamma di una bambina autistica di 5 anni che frequenta l’asilo di Ficarazzi , vorrei rimanere anonima ma ci terrei tanto che voi potesse lanciare un messaggio molto importante per noi mamme di bambini speciali ,bambini con disabilita’ ,le scuole sono iniziate vorrei sensibilizzare tutte le mamme di bimbi normodotati ,vorrei che spiegaste ai vostri figli la disabilita’ in modo che ci sia inclusione tra loro .. tutto parte dalla famiglia , spiegare che non bisogna allontanare ma cercare di avvicinarsi a questi bimbi speciali ,giocare con loro , hanno tanto bisogno di avere amici , i nostri figli sono diversamente speciali , ma anche loro hanno dei sentimenti e una grande sensibilita’ e’ molto importante questo.. nel mondo purtroppo i ragazzi vengono addirittura bullizzati e’ una cosa davvero triste .. sono bimbi e ragazzi che anche se non sembra desiderano un amicizia , compagni che li includono nei giochi.. ho sentito nel mio cuore di dare questo messaggio , mamme e papa’ imparate ai vostri figli il rispetto e l’amore verso la diversita’ . Grazie per aver letto questo post diffondete questo messaggio molto importante affinche’ il loro mondo possa colorarsi ancora di piu’ .. grazie.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*