Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

I primi passi del Movimento 5 Stelle a Ficarazzi

Il MoVimento 5 stelle di Ficarazzi, nasce come una nuova onda di vento fresco che sceglie di non confrontarsi con la minoranza della vecchie politica, sempre degli stessi, attualmente in comune, fatta di compiacimento e clientelismo, ma invece con la maggioranza delle persone con nulla a che fare con questi patteggiamenti sulla tutela del proprio territorio. Quella maggioranza silenziosa che ha rinunciato a decidere, per colpa di questa brutta politica, conveniente, utilizzata ad uso e consumo personale. Cercando di spingerla per cambiare la realtà che la circonda, sensibilizzandola ai temi del buon senso, del consumo critico e dell’ambientalismo a difesa del proprio territorio e della salute dei cittadini.

Non vogliamo sentire neanche l’odore di una certa piccola partitica classica di Sicilia, che fa prevalere la paura al coraggio, il conservatorismo all’innovazione, la tattica alla visione, la vista corta ai pensieri lunghi, l’accondiscendenza alla lotta sulle proprie idee, quella che preferisce non tirare calci di rigore per non sbagliarli. Nessuno abbia l’idea, anche minima, di personalismi. Ma invece vogliamo persone che lottano tutti i giorni per le visioni di cui sono capaci, mettendo al servizio della comunità le proprie idee, competenze e tempo libero, con le naturali inclinazioni e personalità, senza aspettarsi nulla in cambio.

Non saremo mai una corrente politica ma un gruppo senza etichette di nessun genere, un insieme di persone con buona volontà, trasparenti che scelgono il coraggio come stella polare.
Noi vogliamo che il coraggio di agire dei ragazzi si imponga sull’indifferenza. Che l’esempio silenzioso di civile utilità prenda il posto dell’atto pubblicitario fine a se stesso.

Insomma, un amministrazione locale ficarazzese che non è da cambiare, è da superare totalmente. Ed il coraggio del MoVimento Ficarazzi nasce per superarla. Noi chiediamo a tutti di scendere in campo, ognuno con le proprie maestranze uniche. Di partire in un mare aperto, abbandonando porti sicuri, e facili rotte. 
Stando fissi in paese con un banchetto, incontreremo uomini e donne, padri e figli, ficarazzesi che con incredibile fermezza restano qui, con coraggio, continuando a vivere, a lavorare.

Facciamo e faremo tutto a costo zero, mettendoci tutta la passione di cui siamo capaci, chiedendo alla Ficarazzi con la schiena dritta e la testa alta di scommettere con noi in questa sfida, per rendere il posto in cui risiedono un luogo dove la salute sia tutelata, dove il lungomare sia una priorità da valorizzare, in cui ci si senta fieri di appartenere ad una piccola comunità fatta di belle persone, di cui i rappresentanti istituzionali siano solamente i portavoce agli ordini democratici dei propri cittadini.

Questa amministrazione, com’era naturale nelle loro logiche, ha rimpastato la propria giunta e i ministeri non per competenze, ma per utilitarismi personali.

Nessuno si indigna più per queste scelte. Si va avanti così senza quasi far più caso al marcio della vecchia politica di oggi, che all’ordine del giorno ha l’accontentare i vari amici, senza mai porsi il problema della vivibilità, del senso di comunità da dover riscoprire, ma avendo in agenda poche risposte ai problemi dei cittadini e tante attività per i soliti noti, ormai zerbini di un meccanismo abusivo per il servizio reso alla collettività, che li ha scelti, è bene ricordarlo, come promotori del bene di tutto il territorio.

Il MoVimento 5 stelle, non è rivoluzione. È costruzione, ricostruzione. Nel proprio Dna ha la voglia di far parlare di scelte amministrative, di far interessare i cittadini alle decisioni sul proprio territorio, di istaurare la critica come strumento di miglioramento, di insinuare il dubbio come ricerca sulle verità dietro scelte di ordine politico. E’ un progetto non facile, ma di sicuro un progetto fattibile.

E noi con voi cercheremo di costruire una comunità fiera delle proprie origini ma che guarda al mondo che la circonda come inizio di un adeguamento alla modernità a cui troppe volte le amministrazioni scelte per parentela e convenienza hanno obbligato all’arretratezza di pensiero e di azioni. Chiediamo partecipazione attivamente onesta e trasparenza prima a noi stessi e poi a tutte persone vere a cui ci riferiamo. Chiediamo di essere razionali e obbiettivi sul nostro operato e su quello degli altri, poi tutto verrà da se.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*