Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

IL GIOVANE PIRATA FICARAZZI FA BOTTINO PIENO NEL PALAWINNING!

.

Vince il Ficarazzi, ma soffre maledettamente la moderna struttura tensostatica del “Palawinning” e la mancata attivazione del cambio d’aria che fa soffrire subito le giovanissime ficarazzesi. Grazie, tuttavia, all’immediato intervento dei sali minerali ed acqua fresca la squadra ritrova smalto e brillantezza tattica di tecniche di gioco.

Più a suo agio la squadra avversaria avvezza a giocare tra le mura amiche, tiene inizialmente il vantaggio con un Ficarazzi inizialmente abulico e scarso di idee. Ma dura solo un set e soprattutto alla fine. Infatti, la squadra reagisce facendo prevalere i valori superiori della classifica.

Al primo set, comunque vinto e concluso col parziale 24-26, pur non in condizioni ottimali, la centrale-palleggiatrice Antonella Rosso e la centrale, l’aitante Aurora Ramirez esibiscono maggiore personalità e muscoli evidenziando quel pragmatismo che piace agli allenatori di pallavolo. Complice, non ultima, Alessia Milazzo chiude il primo set felice ma molto sofferto.

Il resto si snoda nel modo più naturale, la squadra riprende ossigeno e lucidità e si porta sempre con largo vantaggio grazie al risveglio di Giulia Marino, il giorno precedente in campo alla “Piscina Olimpica” in serie D contro il Don Orione, cosi la stessa verace napoletana Viviana Guarino, si trainano letteralmente la squadra permettendo cosi a Franco Comparetto la sequela programmata di cambi tecnici che, snaturano ovviamente il gioco e i parziali senza pregiudicare, tuttavia, l’esito scontato vittorioso contro un avversario sin troppo demotivato vista la sterile classifica finale.

La squadra cosi vede in campo una crescente Alessia Milazzo, brava al servizio, il solito disincanto e qualche punto importante di Gaia Militello oltre il parziale ingresso e successivo, al terzo set, di Rebecca Scelta provata nel classico sistema 5-1 come palleggiatrice. La ragazza di origine tarantine, prende graduale confidenza in un ruolo delicato e difficilissimo esibendo doti naturali che il tempo, auspicabilmente, tradurrà in disincanto e tecnica evoluta nella regia del gioco.

Il resto vede Fabiana Comparetto,Dorothy Ryou Negri e la stessa “frizzante” Martina Lannino sebbene positive e concrete in diverse circostanze soffrono particolarmente il caldo torrido che preclude il loro reale rendimento tecnico e tattico. Bene l’esplosiva Claudia Pitarresi come opposto sebbene pregiudizievolmente alterna l’attenzione mentale nei momenti topici della gara.

Altro esordio, in seconda divisione, la new entry dodicenne, la promettente Sofia Cassata, un motivo per far sorridere, in questo particolare momento, Carmelo Filippone, allenatore della serie D che vede molto bene in prospettiva la giovanissima biondina ficarazzese. Ficarazzi, pertanto, chiude al quinto posto benchè nessuno può scandalizzarsi di ciò, la squadra poteva benissimo trovarsi al centro, al quarto posto, con doppia cifra se non avesse precluso strada facendo la soglia attenzionale talora latente e pregiudizievole contro avversari maggiormente quotati e sempre alla portata tecnica e tattica delle ragazze di Franco Comparetto e Pietro Bologna.

Adesso si guarda al futuro con maggiore positività. Le attività proseguiranno normalmente sino a fine giugno con alcune amichevoli.
( La 1^ foto la squadra vincente a Palermo; la 2^ foto le dodicenni Rebecca Scelta e Sofia Cassata; la 3^ foto la schermata finale della classifica e i risultati del Volley Città Di Ficarazzi)

Articolo di Franco Comparetto

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*