Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Il Palermo Calcio in Serie C. Il Tribunale sportivo decreta la morte del calcio a Palermo.

Non ci sono parole per esprimere lo stato d’animo dei tifosi palermitani di fronte al giudizio del Tribunale Federale della FGCI.

La sentenza è devastante per la società, ma anche per una intera città e per i suoi tifosi. Il Palermo viene mandato all’ultimo posto in classifica di Serie B e, quindi, retrocesso alla serie C.

Questo significa che il calcio a Palermo è finito. Non perchè da una possibile promozione in Serie A siamo passati, fatemelo passare per una decisione orribile di un tribunale dell’ingiustizia, alla Serie C, ma semplicemente perchè con i debiti sulle spalle della società non è posibile vivere nella serie minore.

La nuova società proprietaria del Palermo si deve accollare una montagna di debiti, alcuni dei quali a brevissima scadenza. Sapendo quasi per certo che il Palermo rischia la Serie C ( manca l’appello) metterà mano al portafoglio programmando un futuro con entrate molto basse in attesa di tempi migliori?

Credo che la giustizia sportiva sia stata ingiusta verso una città e verso i suoi tifosi, sopratutto davanti ad un nuovo proprietario che voleva pagare i debiti. La sentenza è una disfatta e forse se la decisione fosse stata presa per una società del Nord il verdetto sarebbe stato diverso.

Non siamo avvocati ne tecnici, ma solo tifosi e questa sentenza ci brucia tanto. I colori rosanero potrebbero spegnersi e ricominciare dal basso. Il cuore batterà sempre per questi colori dovunque ci portino. Qualsiasi sia la serie che ci vedrà impegnati. Un tribunale non può annullare una fede… la fede rosanero

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*