Il Petralia vince contro le giovani ficarazzesi della pallavolo

Volley Città di Ficarazzi- Salusport Petralia 0-3 ( 13-25;13-25; 14-25)

La seconda divisione del Ficarazzi, orfana di Monica Stassi ( convocata in serie D) e Martina Cannizzaro (indisponibile) vista la prova di sabato pomeriggio contro il forte avversario madonita, incomincia a percepire nella sua interezza cosa significa lottare su ogni palla, arginare gli attacchi devastanti dell’avversario, tentare con tenacia di controbattere a modo – cosa che ha fatto, quando ha potuto – attaccando conseguentemente l’avversario madonita che ha difeso, tuttavia, con un muro di lettura a due in cui le ali: una rigenerata e interessante Martina Lannino , la potente e mai costante Viviana Guarino , la volenterosa e non sempre attenta in banda, Francesca Beltrano hanno cercato, in ogni modo di buttare la palla per terra insieme a Federica Fiorelli e le altre compagne.

Da questi presupposti, l’allenatore Franco Comparetto prende atto di una squadra comunque in crescita capace di avere migliorato nella globalità l’acquisizione dei fondamentali di base soprattutto il bagher di ricezione insieme alla qualità del palleggio di Dorothy Ryou Negri, la quale paga il fisiologico pedaggio di non conoscere la categoria e non avere nelle gambe quelle partite che gli conferirebbero nella testa insieme a Fabiana Comparetto una maggiore qualità vista la positiva ed interessante prestazione di entrambe giocatrici.

Antonella Rosso bene e micidiale al servizio migliora in centimetri il “muro passivo” insieme ad Aurora Ramirez, in futuro auspicabile garanzia per arginare l’attacco avversario. I limiti strutturali tecnici e tattici, in sostanza, traggono origine dal sistema di correlazione muro-difesa in cui, ad ogni modo, la giovanissima e promettente Giulia Marino incomincia a interiorizzare gli spostamenti dinamici difensivi i cui interventi, tuttavia, debbono essere maggiormente letti con maggiore velocità ed avvedutezza.

Ficarazzi paradossalmente che fa sorridere e sperare l’allenatore, il quale rileva con fiducia per il tratto a venire l’attenzione incondizionata alle direttive nel “time out”, il tentativo di esecuzione insieme ad una autostima e compattezza in termini di spirito di squadra e unità di intenti.

Conferme in termini di immediato approccio e adeguamento alla gara di Alessia Milazzo. Da rivedere Claudia Pitarresi in ricezione. Cresce il Volley Città di Ficarazzi e il settore giovanile! In tale contesto la figura tutoriale e di “governance” tecnica di Carmelo Filipponecostantemente attento ed aggiornato sugli sviluppi del settore giovanile vede conseguentemente “alzare le antenne” in termini di soglia di attenzione le ambizioni delle giovani ficarazzesi.

Non a caso si spiegano le convocazioni in serie D di Monica Stassi , Federica Fiorellii e Giulia Marino . La società con le atlete rigenerate, dal lavoro dirigenziale di tanti anni da parte di Francesco Monti, con il presidente bagherese Anna Maria Martorana insieme al tecnico Franco Comparetto prendono atto di una nuova dimensione sportiva e culturale a Ficarazzi che legittima i sacrifici in termini di proiezione futura.

( nella 1^ foto, il Volley Città Di Ficarazzi; la 2^ il “time out”; la 3^ intervento difensivo acrobatico di Federica Fiorelli)

Articolo di Franco Comparetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*