Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Il ragioniere Volo va in pensione e si racconta a Ficarazzi Oggi

Il Ragioniere Generale Piero Volo va in pensione e ci racconta, rispondendo alle nostre domande, un pò del suo trascorso lavorativo.

Ragioniere Generale Piero Volo, ci racconti un po’ della sua carriera amministrativa e del suo percorso di servizio.

“Sono stato assunto dal comune di Ficarazzi nel giugno del 1989 con l’allora Amministrazione capitanata dal dottor Gesualdo Clemente. Provenivo da 13 anni di esperienza nel settore “ragioneria generale” nel comune di Sciara con la qualifica Ragioniere Capo. Quando il nostro comune ha superato i 10mila abitanti ho acquisito la qualifica di Ragioniere Generale”.

Ragioniere Volo quali sono state le soddisfazioni lavorative migliori e quelle più difficili in tutti questi anni di servizio?

“Le soddisfazioni migliori quelle di essere riuscito a mantenere i conti in equilibrio dal 1989 sino ad ora, anche se prima era più facile in quanto i contributi della Regione Sicilia non mancavano anzi arrivavano quasi a pioggia. In seguito è diventato sempre più difficile e l’Ufficio Tributario purtroppo è stato costretto a mettere a posto i conti con nuove tasse per cercare di pareggiare le uscite. Per quanto riguarda invece i momenti più difficili sono quelli di aver dato l’impressione, mio malgrado, specialmente nell’ambito della stabilizzazione, di essere il muro di gomma contro il quale rimbalzava la volontà di stabilizzare i contrattisti. 
Questo non è vero, è solo una falsità. Infatti la Regione Siciliana solo ora è venuta incontro ai comuni con un ulteriore contributo ai fini della stabilizzazione dei precari. A conferma di quanto asserisco, tutti i comuni della Provincia di Palermo, e altre città della Regione Sicilia, stanno procedendo alla stabilizzazione di quasi tutti i precari che da 20-25anni gravitano intorno agli Enti Locali. Mi è dispiaciuto aver dato questa impressione”.

•Piero cosa si sarebbe potuto fare di più per la nostra Ficarazzi?

“Cosa si poteva fare di più… Si sarebbero potuti impiegare meglio le risorse e si potevano chiedere, quando era stato possibile, ulteriori finanziamenti a mamma Regione riguardo la viabilità e soprattutto per la nostra fascia costiera che è un po’, dico un po’, abbandonata e di cui non possiamo godere. Un po’ di più attenzione sulla problematica dell’abusivismo il paese di Ficarazzi lo avrebbe meritato da parte di tutti gli amministratori che si sono susseguiti nel tempo.”

•Piero come lasci il comune di Ficarazzi?

(risatina)…”Il nostro comune è sempre più appesantito a causa dei debiti accumulati e speriamo che con una politica oculata nella gestione delle entrate, evitando spese inutili, possa riuscire, negli anni a venire, a mantenersi sano.”

Caro ragioniere con quale stato d’animo vai in pensione?

“Vado in pensione con 44 anni di servizio che non sono pochi. La sensazione è di essere ancora “giovane”. Penso di dedicarmi ad altro, alla mia vita familiare e a qualche hobby che avevo accantonato. Pensate che il primo giorno di pensionamento ho fatto una cosa stupenda per la prima volta ho fatto l’Ufficiale di Stato Civile, sposando l’amico Pino Cannizzaro, che se lo meritava di cuore.”

Piero raccontaci quale sensazione ti ha trasmesso indossare la fascia tricolore?

“E’ stata una forte sensazione, inspiegabile, in modo particolare perché l’ho indossata per unire in matrimonio, come dicevo prima, l’amico Pino Cannizzaro con l’amica Silvana. Fatto che rimarrà per sempre scolpito nella nostra vita. Ne approfitto per ringraziare tutta la cittadinanza ficarazzese per gli affetti di stima ricevuti e per aver avuto fiducia in me specie quando le persone mi venivano a trovare in ufficio per sottopormi dei problemi in genere e cercare quindi di risolverli nel limite del possibile logicamente. 
Ringrazio anche “Ficarazzi Oggi” per avermi dato la possibilità di raccontare un po’ del mio percorso lavorativo e alcuni fatti o circostanze a cittadini e amici che magari sconoscevano. Grazie a tutti.”

Ringraziamo Piero Volo per la sua disponibilità e simpatia al quale auguriamo semplicemente buon pensionamento. 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*