Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

In arrivo centinaia di accertamenti per ICI e TARSU del 2006

Il  nuovo anno ha portato ai cittadini ficarazzesi il primo atto di accertamento. Infatti sono giunte a centinaia gli avvisi di accertamento con adesione di ICI e Tarsu relativi all’anno 2006. Ma spieghiamo anche se non siamo tecnici e quindi ci avvaliamo della facoltà di inventario, di che cosa si tratta. Il Comune di Ficarazzi ha dato mandato ad un’azienda esterna di verificare le difformità tra quanto rilevato dai dati catastali e quanto dichiarato dai contribuenti mediate la dichiarazione effettuata da loro. Nei casi di difformità rilevati sono scattate le lettere che chiedono al contribuenti di pagare la differenza rilevata. Ovviamente il contribuente può chiedere la verifica dei dati se questi sono difformi dal vero e presentarsi negli uffici comunali per la correzione. Se il cittadino aderisce all’invito di accertamento potrà pagare una somma ridotta ad un terzo del totale. Questo si riferisce al 2006.

   

Si rimane in attesa di ricevere gli stessi accertamenti per gli anni 2007, 2008, 2009 e 2010. Qualcuno ci ha spiegato che la richiesta di accertamento deve avvenire entro i cinque anni dal tributo previa prescrizione. Abbiamo chiesto lumi agli uffici competenti e ci è stato riferito che una recente sentenza della cassazione ha stabilito che il momento della prescrizione si chiude con la spedizione e non con il ricevimento dell’avviso. Questo significa che il comune aveva la possibilità di evitare la prescrizione inviando le comunicazioni entro il 31 dicembre come in effetti è avvenuto. Quindi la lotta all’elusione fiscale ha portato ad accertare mancati pagamenti per circa 300 mila euro di ICI e di 100 mila euro di Tarsu. Ovviamente il cittadino può chiedere maggiori informazioni all’ufficio tributi.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 1)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*