Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

IN ATTESA DELLA MESSA AD OPERA ED A NORMA DEGLI IMPIANTI, LA PALLAVOLO EMIGRA ALTROVE!

La chiusura e la conseguente indisponibilità del Palasamognaro, l’impianto sportivo “casa dello sport ficarazzese” del “Calcio a 5” di Francesco la Targia e del “Volley Città di Ficarazzi” di Anna Maria Martorana ha determinato, come molti ben sanno, la momentanea e drastica scelta di trasferirsi altrove.

Seguirà a riguardo un comunicato stampa a breve! Tale esigenza trae origine dalla necessità prioritaria, da un lato a non far perdere la voglia a coloro i quali ancora hanno voglia di fare sport e dall’altra, quella di salvaguardare il patrimonio sociale e sportivo delle due importanti realtà locali conosciute e rispettate in tutta la Sicilia, visti i risultati ed i successi sportivi ottenuti!

Ma pensiamo positivo! Siamo sinceramente fiduciosi che la pubblica amministrazione, con il sindaco Paolo Francesco Martorana, Salvo Bisconti e tutta l’amministrazione locale già attaccata su tutti i fronti possibili e inimmaginabili, suo malgrado, si stia proficuamente adoperando viste le scelte drastiche, ad approntare alcune procedure e iniziative finalizzate a dare riassetto formale e, auspicabilmente, di sostanza. Tra queste spicca la voglia di ridare una struttura allo sport locale, ovvero la piccola palestra “Dario Li Mandri”.

Quest’ultima, ricordiamolo, da molti anni abbandonata al degrado è stata oggetto di continue incursioni incontrollate di fenomeni di recrudescenza vandalica, Pertanto, riflettete bene! Il Palasampognaro adesso, il bellissimo impianto di Ficarazzi che molte realtà vicine ci invidiano, rischia di essere abbandonato al suo destino! Dobbiamo aggiungere altro? In attesa, pertanto, dei tempi che si preannunziano lunghi e farraginosi per la burocrazia, ricordiamo inoltre, il Volley Città di Ficarazzi gestito a conduzione familiare da Anna Maria Martorana e famiglia Comparetto unitamente a Francesco la Targia del Calcio a 5 Ficarazzi hanno impegnato quasi seimila euro nella messa in opera dell’impianto elettrico e di sicurezza luce unitamente al pagamento oneroso delle bollette della luce, circa 400/550 euro mensili.

Si aggiungano altri costi ai suppellettili antincendio e relazioni tecniche. Riguardo, invece, l’agibilità è un problema troppo complesso ed anche le scuole a Ficarazzi ed altrove come le strutture sociali sono stati caratterizzati da queste problematiche. Ma lasciamo perdere! Giusto per non dire che le società sportive a Ficarazzi fanno sport, a fini di lucro, con “i soldi del contribuente” e ricordando che la quota sociale è sicuramente poco incisiva al contesto delle attività quando fai sport a livello regionale! Ad ogni modo… “Mater Artium Necessitas”.. faccio incondizionato appello al suggerimento del mio amico d’infanzia Tommaso Lo Cascio, il quale affettuosamente mi invita a non demordere sensibilizzandomi, ancora una volta, a coltivare la mia autostima e positività guardando sempre al futuro avendo un cuore grande, una ostinazione forte e la voglia ancora di crederci!

Ma è durissima! Lo capite bene! Di necessità facciamo virtù e aguzzando, forse, l’ingegno facciamo ricorso a quella giusta dose di prudenza consapevoli che al momento è forse giusto fare un forte passo indietro, per non bruciarsi, (vedi foto) visto quanto di buono fatto sinora. Una cosa è certa! La pallavolo a Ficarazzi, la famiglia Comparetto e lo sport locale pagano un dazio ingiusto e irragionevole. Ma crediamo al sindaco Paolo Francesco Martorana e tutti gli altri che si stanno operando per noi e la Comunità! Dio illumini chi non ha capito tutto ciò! Adesso è buio pesto…saranno sacrifici forti ma arriverà una nuova alba!

Franco Comparetto ASD Volley Città di Ficarazzi

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*