Incendiati 24 cassonetti nella notte

Tutto in una notte. Sono andati distrutti dalle fiamme 24 cassonetti in 10 diversi punti del paese. Ignoti nella notte hanno dato fuoco a molti cassonetti che erano, comunque, lontani da auto e abitazione. Il danno degli incendi ammonta a circa diecimila euro. Il Sindaco Paolo Martorana per condannare l’accaduto ha immediatamente reso noto un comunicato stampa del Comune che riportiamo integralmente:

“…. Vigliacchi senza onore….”, cosi il sindaco di Ficarazzi, avv. Paolo Francesco Martorana  definisce chi nella notte tra il 15 e 16 maggio ha bruciato 24 cassonetti di rifiuti in zona est del  territorio comunale, con la volontà precisa di mandare Ficarazzi in fiamme.

Una notte di fumo denso e tossico che ha allarmato la cittadinanza impotente di fronte allo scempio
che si stava consumando ai loro occhi. Tuttavia, il sindaco e la sua famiglia politica assicura che quegli ignoti di notte che camminano  indisturbati di giorno presto avranno un nome e cognome e verranno consegnati alla giustizia.

Non per nulla, è lo stesso primo cittadino Martorana a dichiarare esplicitamente che le telecamere di videosorveglianza funzionano e che verranno sezionati tutti i filmati della notte in questione per dare un volto a coloro i quali si sono macchiati di questi atti delinquenziali.

Lo stesso sindaco Martorana sottolinea di essere dalla parte dei suoi concittadini e assicura loro di  continuare a custodire Ficarazzi, così come sta facendo. Dal maggio 2012 a oggi, l’amministrazione Martorana ha superato ostacoli di qualsiasi tipo e  attualmente vanta una rete di videosorveglianza che si perfeziona giorno dopo giorno e un corso
libero dal passaggio dei mezzi pesanti che hanno inquinato l’aria per decenni, così come quei 24  cassonetti arsi gratuitamente.
“…. Ficarazzi è un paese più civile e pulito grazie alla dedizione di personale attento, stiamo
svolgendo un lavoro capillare per liberare le strade comunali da sterpaglie e mantengo un servizio giornaliero di raccolta dei rifiuti, a differenza di tanti altri comuni limitrofi pieni fino all’orlo di spazzatura. E’ il momento dei confronti per realizzare che la nostra cittadina regna sovrana in fatto di ordine e igiene rispetto a quelle del circondario…” e ancora, “Ficarazzi è indebitata per le scelte  scellerate fatte a tutti i livelli con l’istituzione degli ATO…”, ha tagliato corto il sindaco Martorana,  considerando che il nuovo piano ARO, (piano di raccolta rifiuti), che l’amministrazione sta cercando  di portare avanti, è un progetto pilota che renderà Ficarazzi progressivamente più efficiente in fatto  di ordine igienico sanitario.
“…. Se ardere dei cassonetti è un atto doloso di intimidazione, io non indietreggio e non modifico  nulla sul piano raccolta rifiuti, sulla deviazione dei mezzi pesanti e sulla lotta all’abusivismo  edilizio….” ha dichiarato senza mezzi termini il sindaco di Ficarazzi, facendo intendere agli artefici  di quella notte che la sua amministrazione sta dalla parte dei cittadini onesti.
Maria Luisa Domino
Ufficio Stampa
Comune di Ficarazzi

 

Ecco le foto di Mimmo Bessone dei cassonetti bruciati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*