Insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica il ficarazzese Mimmo Militello

Il nostro compaesano dott. Mimmo Militello, Sost. Commissario della Polizia di Stato, sarà insignito Cavaliere della Repubblica per merito il prossimo 2 giugno.

Il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella ha conferito, al nostro compaesano dott. Mimmo Militello, la presitigiosa onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana con DPR del 27.12.2020.

La cerimonia prenderà il via domani alle ore 10.30 presso il Teatro Politeama Garibaldi di Palermo, in occasione del 75° Anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana.

A consegnare l’onorificenza, al nostro compaesano Mimmo Militello, sarà personalmente il Prefetto di Palermo S.E. Giuseppe Forlani.

Ricordiamo che il Sostituto Commissario Mimmo Militello si è guadagnato sul campo tale prestigiosa onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Militello è stato impegnato, nella sua carriera da poliziotto, nei servizi antimafia svolti alla Squadra Mobile, nonchè alla sezione omicidi della Questura di Palermo. In seguito è stato assegnato alla DIA (Direzione Investigativa Antimafia).
Tanti gli encomi solenni e premi ricevuti per essersi distinto, in diverse operazioni di P.G., in vari arresti di esponenti di spicco appartenenti a “cosa nostra”.

Inoltre Mimmo Militello si è distinto anche per l’impegno profuso in varie attività sociali e di volontariato.
Aggiungiamo che l’Ordine al Merito della Repubblica Italiana è stato istituito con la Legge 3 marzo 1951, n. 178 (G.U. n. 73 del 30 marzo 1951). È il primo fra gli Ordini nazionali.

È destinato a “ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e attività svolte a fini sociali, filantropici, umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari”.

Il Presidente della Repubblica è il Capo dell’Ordine.

Fonte e foto: Ficarazzi Oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*