Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

intervista al comandante della PM

Il primo atto della nuova amministrazione comunale guidata dall’avvocato Paolo Martorana è stato il rinnovo per un anno del contratto al comandante dei Vigili Urbani Bevilacqua. Continua cosi il lavoro del comandante che dal primo gennaio del 2010 dirige il corpo della polizia municipale.

Dott. Bevilacqua quali sono stati i risultati conseguiti dal corpo di polizia municipale nel 2010 e nel 2011 sotto la sua guida?
I risultati sono sotto gli occhi di tutti. I ragazzi hanno, in maniera eccezionale, risposto alle richieste mie e dell’amministrazione comunale cercando con tanti sacrifici di portare avanti quelli che erano i compiti istituzionali del comando. Quindi posso affermare che il bilancio è positivo e credo che questa riconferma da parte del nuovo sindaco sia il riconoscimento dell’attività svolta da me, ma soprattutto dai miei colleghi.

Quali saranno i prossimi interventi della Polizia Municipale?
Abbiamo concordato con il Sindaco avv. Paolo F.sco Martorana che il primo passo da portare avanti è la deviazione dei mezzi pesanti. E’ stato proprio questo Comando di Polizia municipale a chiedere i pareri agli enti interessati, in tempi non sospetti, e questo parere è arrivato da qualche giorno. Il nulla osta da parte dell’Anas è il primo passo, ora con i dovuti tempi tecnici e con l’acquisto della segnaletica necessaria, provvederemo al più presto alla deviazione dei mezzi pesanti. L’aumento di neoplasie alle vie respiratorie sulla popolazione di Ficarazzi è un dato preoccupante e il nuovo Sindaco ha mostrato estrema attenzione al problema, portando a conoscenza alcuni dati appresi dai medici di base. Dobbiamo intervenire sul traffico veicolare ed i cittadini devono comprendere che se il corpo sarà più incisivo lungo il corso l’unica ragione è quella di evitare la sosta selvaggia e i cd. “tappi” circolatori con il relativo rallentamento del transito veicolare. Noi faremo di tutto ed i cittadini credo saranno al nostro fianco.

Da dove prenderanno i mezzi pesanti?
E’ stato effettuato un piccolo studio al fine di privilegiare alcune soluzioni e scartarne altre. Era impensabile farli deviare dalla litoranea perché se il centro urbano, “Corso Umberto” è molto popolato, anche il Viale Europa, oggi, specialmente in estate, è altamente frequentato.Già lo scorso hanno abbiamo avuto un paio di incidenti con riserva sulla vita non vorrei ripetere analoghe esperienze. Privilegerei la soluzione che vede l’ultra territorialità ovvero l’estensione dei confini: i mezzi verranno deviati da Pomara, per intenderci all’altezza del Bar del Bivio, ponendo indicazioni volte a segnalare che a Ficarazzi i mezzi pesanti non possono transitare e, dall’altro lato, all’altezza del deposito “Sparacio” collocherei ulteriori indicazioni al fine di sollecitare la deviazione dei mezzi pesanti dalla “strada comunemente chiamata “dei Lannari”. Inutile dire che ci saranno dei controlli serratissimi nei primi giorni di applicazione e spero che si possa cosi risolvere in parte il problema del traffico lungo il corso.

     

Ritorniamo a parlare della litoranea e del fastidioso limite di 30 km/h.
Innanzitutto la cosiddetta “litoranea” è strada provinciale e quindi sotto la giurisdizione della Provincia Regionale di Palermo e quindi noi non possiamo intervenire. Se il comune un giorno avrà intenzione di acquisirla a patrimonio comunale cosi come la strada statale 113 nel tratto cittadino, sarà il nuovo sindaco ad assumersi la responsabilità di variare il limite da 30 a 50 km/h il limite di velocità. Fermo restando che come tutti sanno la nostra tolleranza è stata quella di una strada normale e non abbiamo mai elevato verbali al di sotto dei 50 km/h. L’autovelox è un ottimo strumento per prevenire l’alta velocità.

E’ possibile utilizzarlo lungo strade secondarie per limitare la velocità degli automobilisti indisciplinati?
E’ possibile allargare il raggio di azione dell’autovelox. L’unica eccezione che noi dobbiamo mettere in conto è la carenza di personale perché nei centri abitati è necessario mettere a valle una pattuglia che contesti immediatamente il verbale. Mentre nei due assi viari principali non necessitiamo della contestazione immediata nelle strade secondario occorrono due postazioni. Con gli sforzi fatti dall’amministrazione comunale e grazie alla lungimiranza del ragioniere capo abbiamo acquistato questi strumenti di controllo della velocità ed, in particolare, abbiamo acquistato il tele laser. Con questo strumento è possibile eseguire il controllo con tre agenti, giusto per una questione di sicurezza. E’ sempre un problema di organico. Sotto questo aspetto la polizia municipale è deficitaria. Ne ho parlato già con il sindaco di rinvigorire il comando di Polizia Municipale perché in queste condizioni non riusciamo a garantire questo tipo di servizi.

Errore, il gruppo non esiste! Controlla la tua sintassi! (ID: 3)

La Polizia Municipale gestisce anche il sistema di videosorveglianza. Con questo sistema si è avuta una riduzione dei piccoli reati secondo quanto affermato da carabinieri. Non sarebbe il caso di allargare il raggio d’azione delle telecamere?
Lo scorso settembre 2011 abbiamo partecipare ad un bando “Sicurezza Sud”. Grazie alla celerità degli uffici comunali e dell’Amministrazione Comunale abbiamo predisposto gli atti per partecipare al Bando di un nuovo sistema di videosorveglianza e siamo riusciti ad ottenere un finanziamento di 291 mila euro da parte del Ministero. Lo stesso è giunto già a Roma presso il Comitato di Valutazione superando il primo vaglio da parte della Prefettura di Palermo. Considerando che i fondi sono disponibili, attendiamo ora il decreto di finanziamento che permetterà di istallare i 24 nuove telecamere ad alta risoluzione nel territorio di Ficarazzi. Possiamo affermare che potremmo diventare il comune più sicuro della provincia.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*