Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

La Castellana a Mussomeli giunge terza.

Un fotogramma ben fatto ti riporta con la mente a trecento anni fa e ti ricostruisce un paese in un’epoca di prestigio per i suoi abitanti. Il Castello Giardina e la sua famiglia che vi abitava doveva rendere questo territorio ricco. Attorno al Castello il primo nucleo di abitazioni prendeva la forma di un piccolissimo paese. Una nobiltà di buon livello che solo una fervida immaginazione può far tornare in vita. Per questo vedere Ficarazzi partecipare alla Castellana a Mussomeli, paese al centro della Sicilia, diventa non solo un momento di cultura e arte ma anche un magico mondo di immaginazione che ti riporta indietro nel tempo.

Gli abiti e la sfilata rendono questo mondo pieno di fantasia e passione. Ficarazzi deve riscoprire la sua tradizione e il consulente dedicato a questo, Franco Bellanca,  incaricato dal sindaco Paolo Martorana, ha ben cominciato un cammino di riscoperta della tradizione e della vita  nel settecento del nostro piccolo paese. La Castellana oggi è solo una rappresentazione storica e, forse, abusata, ma di certo porta in mente gli sfarzi di un’epoca. Laura Abate è giunta terza tra venti comuni in questa meravigliosa processione in abiti d’epoca a Mussomeli. La nostra Castellana e la sua corte  ha portato il gonfalone del casato lungo le stradine strette ed in salita tra migliaia di persone di questo paese lontano da noi e non solo geograficamente. Il prossimo appuntamento è per la festa del SS patrono di Ficarazzi, il S.S. Crocifisso e la cerimonia di consegna del Crocifisso dalla Famiglia Giardina al prete della Chiesa di Sant’Atanasio. Un momento di coesione sociale tra chi ha dato origine a Ficarazzi e la Chiesa che negli anni è stata sempre vicina ai suoi cittadini.

Una piccola rappresentazione storica di una nobiltà che ha scelto Ficarazzi per svolgere la sua attività e rendere questa terra fertile un piccolo smeraldo nell’immensa Conca d’Oro.

    

Non possiamo che ringraziare tutti coloro che con il loro lavoro hanno reso possibile tutto questo. Non riportiamo tutti i nomi ma siamo sicuri che il loro impegno sarà tanto costante da rendere inutile qualsiasi pubblicità. Grazie di cuore.

 

Ecco le foto gentilmente concesse da Franco Bellanca:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*