Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

La nostra Maria Luisa Morici bloccata in Slovacchia.

La ficarazzese Maria Luisa Morici è un insegnante freelance che insegna in Slovacchia. E’ rimasta li perchè non ci sono mezzi di comunicazione con l’Italia e ogni tentativo è risultato vano. 
Gli aerei rimangono a terra e i collegamenti sono impossibili. Inoltre in Slovacchia non siamo graditi perchè ci ritengo untori.
 
Ecco l’articolo apparso su Repubblica Palermo….
 
La nostra Luisa Morici è in Slovacchia da qualche mese: a Bratislava insegna italiano, ma è una freelance e dunque adesso non lavora. “Qui – spiega – si sta creando un clima pesante. C’è una specie di caccia all’untore: al supermercato si sente un continuo borbottio ‘coronavirus, taliansky’, cioè ‘coronavirus, italiano’.
 
Io mi sono spacciata per spagnola. Un imprenditore è stato accusato ingiustamente dai suoi dipendenti di essere un untore”. Il problema è che andare via è impossibile: Morici ha prenotato e ha visto annullare tre voli, il treno Vienna-Roma, il flixbus Bratislava-Vienna e l’autonoleggio che avevo prenotato per venerdì scorso. “Qui – prosegue – l’ambasciata è assente. Lo è sempre stata.
 
Ci hanno detto ‘dovevate pensarci prima’”. Ora, a complicare le cose, ci sono anche fatti contingenti: “Il governo slovacco – continua l’insegnante italiana – ha invitato gli italiani non residenti ad andare via. Non sappiamo come fare: all’est il volo più vicino è da Bucarest, ma non c’è modo di arrivare lì. Abbiamo chiesto un intervento al capogruppo di Italia viva Davide Faraone, abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti. Fra l’altro io sono un soggetto a rischio: ho una cardiopatia congenita”.
 
Fonte la repubblica.it
 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*