Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

La più bella edizione della Via Crucis

.

Ogni edizione della Via Crucis è sempre la più bella. Sarà che le emozioni che trasmette cambiano con l’avanzare degli anni. Ho memoria di molte edizioni della Via Crucis a partire da metà degli anni ottanta. La mia prima parte fu quella del popolo ed, io in particolare, ero un mercante del Tempio. Gesù entrava e faceva scappare tutti dalla casa dove, invece di pregare, si faceva mercanzia.

Ero un giovanotto. Ricordo bene come Modesto Lo Cascio che interpretava Gesù mi terrorizzava quando doveva andare in scena. Poi sono diventato Centurione e alla fine decisi di mollare per andare in “pensione” con onore dai personaggi della Via Crucis.

Per questo credo di poter dire che quella del 2017 è stata la Via Crucis più bella che abbia visto fino ad ora e questo significa che la tradizione si rinnova e si migliora sempre. Bravi tutti, dai ruoli principali a quelli magari secondari. Complimenti a chi ha lavorato ai particolari più insignificanti, ma che rendono perfetta una Rappresentazione.

Il numeroso pubblico avrà avuto la mia stessa impressione se ad ogni cambio di scena applaudiva gli attori. Emozioni forti trasmesse con carattere da attori che sembravano professionisti consumati. Come non piangere dalla flagellazione alla Crocifissione, oppure vedendo la grande lotta interna di Giuda e di Pietro. Come non piangere alle lacrime della Madonna che vede suo figlio inerme tra le sue braccia dopo aver esalato il suo ultimo respiro. 

La Via Crucis è una rappresentazione che può essere fatta in tanti modi, però, quella di Ficarazzi credo possa rientrare fra quelle che hanno avuto antiche origini con un tocco sempre diverso di originalità.

Bravi tutti, mi avete emozionato e fatto piangere. Grazie

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*