Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Le guerre dell’occidente

Obama ha applaudito quando il neo presidente egiziano Morsi ha liquidato i vertici militari, la vecchia guardia, unica garanzia rimasta contro la deriva islamica. Un golpe bianco reso possibile dai soldi del Qatar che oltre ad acquistare la società che gestisce il Canale di Suez e mezzo Egitto ha comprato anche un bel po’ di alti ufficiali dell’esercito del Cairo per garantire un ricambio fedele alla nuova linea islamista, ovviamente “moderata”.

[quote]Oddio n’avessero azzeccata almeno una![/quote]

Per rovesciare Gheddafi, un dittatore divenuto da anni filo-occidentale, Barack Hussein Obama ha scatenato una guerra sciagurata nella quale Londra e Parigi miravano a sottrarre a Roma concessioni petrolifere e commesse e alla quale il presidente americano ha obbligato a partecipare anche l’Italia. Prima imponendoci l’uso delle nostre basi aeree e poi pretendendo che anche i nostri aerei bombardassero le forze lealiste.

     

Un episodio che ha sancito il punto più basso della sovranità italiana, azzerata pochi mesi dopo con l’imposizione del governo di Monti voluto da Bruxelles e gradito anche a Washington per le garanzie di appiattimento sulle posizioni americane offerte dagli attuali ministri di Esteri e Difesa. Rovesciare e uccidere Gheddafi è stato l’ennesimo errore Usa.

Non era difficile capirlo: prima ancora che il regime cadesse i ribelli avevano già annunciato che la nuova costituzione avrebbe imposto la Sharia . Abbiamo lasciato la Libia in preda all’anarchia con 70 milizie tribali armate, la penetrazione di al-Qaeda e il consolidamento delle milizie salafite.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Il saccheggio degli arsenali di Gheddafi ha consentito ai jihadisti di occupare mezzo Malì, parte del Niger e di minacciare con maggiore forza l’Algeria e i Paesi del Sahel ancora governati da regimi laici. Oggi l’Occidente mostra stupore per l’alleanza tra Al Qaeda e salafiti quando per dieci anni i volontari salafiti nordafricani si sono addestrati e hanno combattuto in Afghanistan e Iraq con i qaedisti.

Un altro errore del dilettante Barack Hussein Obama o qualcosa di diverso? Inutile chiederlo ai leader europei che invece di perseguire i nostri interessi seguono in modo acritico gli “ordini” di Washington (e forse anche di sauditi e qatarini che investono decine di miliardi di euro in Europa) e poi farneticano di ruolo internazionale dell’Europa.

Tratto dall’agenzia “Occidente” su Facebook

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*