Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Le Isole Ecologice dovevano essere mobili. Gli incivili vanno educati

Gettare i rifiuti in un qualunque posto del territorio non è solo un reato punibile con una multa e con l’arresto se si tratta di rifiuti ingombranti e pericolosi, ma è un grande sintomo di inciviltà.

Negli ultimi 15 anni le amministrazioni comunali non sono mai riuscite a far decollare la raccolta differenziata e nel passato i cumuli di “munnizza” erano enormi e ben distribuite.

Questo ha forse ingenerato in alcuni cittadini un senso di menefreghismo verso i rifiuti e inculcato  in menti eccelse che della “munnizza” si può fare quello che si vuole.

Si può gettare ovunque e in qualunque momento tanto neanche il servizio di raccolta funziona bene. E’ forse questo che pensano alcuni cittadini che non rispettano le regole e sopratutto l’ambiente abbandonando i rifiuti dove capita.

Sono i cosiddetti incivili, cioè coloro che gettano tutto a terra e non raccolgono gli escrementi dei cani. Per fortuna non sono tanti, ma alla fine rendono un territorio pieno di immondizia.

Solo coloro che, magari, gridano al mancato spazzamento delle strade, ai rifiuti negli angoli e nelle vicinanze della scuola o della chiesa. Si indignano dei marciapiedi pieni di cacca e di cartaccia.

Perchè se vivi in un paese e non lo tieni pulito alla fine vivi nella merda. Se sei il primo a non rispettare l’ambiente come puoi vivere sul pulito?

Speriamo che nel corso del tempo coloro che oggi sono incivili possano trasformarsi in ottimi cittadini rispettosi della legge e dell’ambiente.

Bisognerebbe, però, che anche l’amministrazione comunale contrasti simili comportamenti e non solo multandoli. 

Ad esempio, rendendo davvero mobili e presidiati le isole ecologiche.  Se si rientrano la notte e si da un piano e un calendario chiaro e semplice dei punti e degli orari allora i cittadini sono propensi ad un uso corretto delle isole.

Perchè se da un lato la multa è un contrasto occorre educare e di certo non è sufficiente una brochure distribuita in paese. Occorre che il cittadino abbia il contatto con il servizio e questo può avvenire nelle isole ecologiche.

La differenziata è partita ed il cittadino deve conoscere perchè deve differenziare e come. Solo con la conoscenza è possibile educare e far capire che la differenziata non è un obbligo ma un dovere per rispettare l’ambiente e consegnarlo alle generazioni future migliore di come lo abbiamo ereditato noi.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*