Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

L’intervista a Pino Macchiarella sul giornale “Statale 113”

Pino Macchiarella in un comizio del 2007

Pino, partiamo dalla composizione della nuova giunta, qual è il tuo giudizio?

Per quanto riguarda la nuova giunta devo ammettere con grande stupore che il Sindaco “meglio tardiche mai” ha intrapreso un percorso che dal punto di vista dell’immagine e spero anche nella concretezzadei fatti, vede un cambiamento e un rinnovamento delle persone chiamate a reggere determinatiassessorati. Mi riferisco particolarmente ai giovani Cammarata Giovanni e Roberto Cecchini, i quali spero che con il loro entusiasmo e la loro competenza sappiano dare un valido contributo alla vita politico – amministrativa del nostro paese. Quindi auguro loro un buon lavoro. Tutto questo sul piano personale; sul piano politico vero e proprio credo che il caro signor sindaco abbia continuato a fare il gioco della tre carte. Vorrei capire la fuoriuscita degli assessori Paolo Martorana e Salvatore Licciardi quale significato assume, se nello stesso tempo il maggiore sostenitore della candidatura dello stesso Paolo – l’ex assessore Mimmo Angileri – oggi fornisce i nomi degli assessori in sostituzionedegli stessi. Dobbiamo quindi dedurre che oggi non è più cosi oppure ci sono altri interessi che sono sopravvenuti. O è il verificarsi della solita storia a cui siamo stati abituati in questi anni con il via vai da parte dei consiglieri che entrano ed escono dalla maggioranza, senza capire più da quale parte stanno? Io penso che i cittadini non siano più disponibili ad assistere a questo spettacolo indecoroso, chiamato da alcuni “teatrino della politica” e che in questo ultimo anno, con tutti gli sforzi che vorrà fare questa amministrazione, non potrà mai cancellare i nove anni precedenti che li ha visti tutti insieme allegramente a distruggere quello che di buono era stato fatto prima senza produrre niente di nuovo, disamministrando questa comunità conducendola in una crisi per la quale i cittadini sapranno ben valutare, al momento opportuno nelle prossime elezioni amministrative.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Pino, alcuni tuoi detrattori ritengono che la tua discesa in campo sa di vecchio, una sorta di ritorno al passato che in tanti vogliono superare con la discesa in campo di giovani politici.

Infatti, ritengo che la definizione di vecchio non sia riferita all’età ma all’impegno politico profuso negli anni passati. Credo che sia opportuno fare alcune considerazioni: sono stato eletto sindaco nell’anno 93, subito dopo tangentopoli e le stragi di mafia, realizzando una nuova primavera per Ficarazzi. Siamo riusciti in quegli anni, con una coalizione che andava dall’estrema desta all’estremasinistra ( Tralongo vice sindaco MSI assessore all’urbanistica e Ceruso del Partito Comunista aiINTERVISTA APINO MACCHIARELLA…“Io penso che i cittadini non siano più disponibili ad assistere a questo spettacolo indecoroso”Statale113.itedizione Ficarazzi- Maggio 2011intervista di G.CompagnoLavori Pubblici) ad amministrare questa comunità con risultati definiti da tutti eccellenti, compreso anche dagli avversari di oggi. E’ stata una stagione piena di iniziative finalizzata alla soluzione dei molti problemi che assillavano il nostro paese, in primis il PRG che non si riusciva ad approvare da mezzo secolo, e non voglio qui citarvi, riservandomi di farlo durante la campagna elettorale, tutti gli atti prodotti in essere per il raggiungimento dell’obbiettivo primario che era quello di far riavvicinarei cittadini all’istituzione rendendoli protagonisti dell’amministrazione della cosa pubblica, con un diretto rapporto personale fra il sindaco, la sua giunta e gli stessi cittadini. Altro che telecamere posizionatedavanti alla stanza del sindaco! Porte aperte a tutti, questo era ed è il mio motto. Io credo che il giudizio su un buon amministratore debba essere dato sui comportamenti e sugli atti prodotti dallo stesso. Quindi non c’entra ne l’età anagrafica ne tanto meno gli anni trascorsi in politica. Consideratoil fatto che alcuni di questi definiti “giovani” o che si definiscono tali hanno dimostrato con i loro atti e i loro comportamenti di essere già nati vecchi. Io pongo la mia candidatura a Sindaco in quanto ritengo di avere bene operato nel passato e di avere le carte in regola per ben operare nel prossimo futuro nell’interesse esclusivo di questo paese e dei suoi cittadini.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Pino, nell’ipotesi di una tua candidatura a sindaco, quale sarà il programma che proporrai ai tuoi cittadini?

Intanto non si tratta di un’ipotesi ma di un dato di fatto, io sarò candidato a Sindaco; perché io ho un sogno, che intendo condividere con i miei concittadini, che vede Ficarazzi rinascere sotto l’aspetto economico e che vede i suoi abitanti condividere con me un speranza di futuro sorridente. Concretamentevedo una Ficarazzi nella quale fascia costiera vedrà realizzata la seconda Mondello collegata ad un porto canale realizzato sul fiume Eleuterio, il tutto con i relativi insediamenti per la diretta fruizione del mare. Vedo una Ficarazzi con le sue strade libere dalla morsa del traffico e sgombera dallo smog attraverso la realizzazione di una circonvallazione da realizzare parallela all’autostrada PA – ME consapevole del fatto che alcuni di questi progetti vanno condivisi con i comuni limitrofi. Sviluppo della zona industriale ed artigianale dimenticata dagli attuali amministratori prevista già nel PRG che hanno avuto il loro da fare a limitarsi a rilasciare solo concessioni edilizie cementificandoil territorio senza peraltro prevederne i servizi necessari ( parchi giuochi, piazze, ecc. ecc.) al fine di trovare sbocchi occupazionali per i nostri giovani. Vedo una Ficarazzi che guardi ai nostri giovani protagonisti negli impianti sportivi esistenti e da ampliare, liberamente e senza chiedere il permesso di accesso a queste strutture pubbliche gestite in maniera privatistica; ma vedo soprattutto una ficarazzi che abbia un sindaco capace di ascoltare la voce della gente e che insieme ai quali ne affronti le problematiche senza rinchiudersi nelle stanze del potere .

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*