Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

L’opposizione critica sulla Sagra dello Sfincione

.

I Consiglieri di opposizione sono critici contro una sagra dello sfincione che, secondo loro, è costata troppo anche in considerazione del fatto che si pagava un ticket per la consumazione. Ecco la lettera pubblicata su Facebook:

Cari concittadini e care concittadine, la locandina che vedete in basso è circolata nei giorni scorsi allo scopo di promuovere la Festa dello Sfincione che il 24 settembre avrebbe dovuto tenersi a Villa Merlo. L’iniziativa in sé sarebbe lodevole, salvo che per alcuni aspetti problematici.

Sappiamo che poco prima dell’inizio la manifestazione è stata spostata ufficialmente per ragioni meteorologiche, ma noi pensiamo che si sia trattato di ragioni che riguardano l’#incolumità dei cittadini, che compete al Sindaco in quanto Ufficiale di Governo: è infatti risaputo che la Villa non è in condizioni di sicurezza. Pertanto ci chiediamo come mai inizialmente doveva tenersi lì la festa.

Sappiamo inoltre che l’amministrazione, tramite l’Unione dei Comuni Corvo Eleuterio, ha sborsato un NOTEVOLE CONTRIBUTO per finanziare la festa e che, nonostante ciò, i cittadini sono stati ulteriormente vessati dal pagamento di un ticket. Chi ha incassato questo ticket? A che titolo è stato fatto pagare? E’ regolare dal punto di vista fiscale e amministrativo?

Da ultimo, l’aspetto che più ci duole considerare è che la Festa dello Sfincione è concepita per valorizzare lo sfincione di Ficarazzi, che è un prodotto tipico dal grande valore enogastronomico. Eppure i panificatori di Ficarazzi… DOVE ERANO?

I consiglieri: Pino CANNIZZARO, Pino D’ALBA, Pietro DOMINO, Rosanna CASCIO, Enzo LO CASCIO.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*