Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

“Lustru di luna” tra eredità e risate

La commedia presentata nella prima di ieri sera all’Oratorio della Chiesa di Sant’Atanasio è una divertente rivisitazione di quanto succede in alcune famiglie quando si apre lo spiraglio di una eredità. I personaggi della commedia sono tutti piccoli lavoratori che si mantengono a malapena ed hanno famiglie diverse frutto di donne diverse che ne plagiano i ruoli. L’eredità deriva dalla presunta scomparsa di uno zio lontano di cui non si avevano notizie. Si sapeva solo che fosse molto ricco e i suoi possedimenti fanno gola ai nipoti che non vedono il momento della divisione e cercano in tutti i modi di accaparrarsi tutto. In realtà dopo aver immaginato una lite per la successione si vanno delineando i veri motivi della scomparsa dello zio che voleva mettere alla prova i suoi nipoti e dando nel finale la cruda verità sulla scomparsa.

La ricerca mirata di battute in un testo forse troppo spinto alla ricerca del doppiosenso e la ristretta ambientazione in uno studio notarile dell’intera vicenda  ne fanno una commedia molto divertente e senza troppe pretese teatrali. I personaggi sono stati pensati per rispecchiare vecchi stereotipi di una Sicilia di metà secolo scorso troppo povera e ignorante per dialogare con un notaio che è donna.

Alla fine lo spettacolo raggiunge il suo primario scopo che è quello di divertire il pubblico. Anche lo scopo sociale della commedia è riuscito bene e scambiare il biglietto di ingresso con un sacchetto di spesa da destinare alle famiglie più bisognose del paese ci è sembrata una grande idea che muove dal rapporto tra gli associati e il teatro. Gli attori sono volontari di cultura e si sono trasformati in volontari per le famiglie.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*