Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Mafia Ficarazzi: parlano i pentiti.

(Adnkronos) – Si scopre cosi’ che Alcamo, 34 anni, finito ieri in manette e considerato boss emergente di Ficarazzi, si sarebbe occupato della latitanza di Marino, catturato il 31 luglio del 2008 all’interno di una villetta di Altavilla Milicia. In particolare il ‘fabbro’, come era soprannominato, aveva fornito la propria intermediazione per l’affitto di un appartamento ad Aspra, frazione balneare di Bagheria, ad un finta coppia di sposi. In realta’ nella casa soggiorno’ per alcuni mesi lo stesso Marino, prima di trasferirsi nell’abitazione in cui fu dopo catturato.
Gia’ in passato Alcamo aveva dimostrato la propria disponibilita’ a fornire sicuro rifugio a latitanti. Infatti, e’ stato indagato anche per il favoreggiamento del latitante Antonino Lo Nigro, con cui fu fermato il 29 giugno del 2008 nei pressi dell’aeroporto di Catania. Allora Lo Nigro, ricercato perche’ a suo carico pendevano provvedimenti cautelari, fu trovato in possesso di documenti d’identita’ falsi che, secondo gli investigatori, potrebbero essergli stati forniti dallo stesso Alcamo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*