Matrimia in concerto a Villa Merlo

Venerdì 2 settembre h 21.30 Matrimia, musica balcanica e kletzmer. LA band è composta da Daniele Tesauro: fisarmonica, chitarra Dario Compagna: clarinetto, clarinetto basso Gero Pitanza: chitarra manouche, bouzouki, chit. Elettrica Roberto Ferreri: basso Giacomo Di Domenico: batteria, darabouka, tapan Davy Deglave: voce

Un generoso e appassionante “Taraf” gruppo ispirato alla tradizione klezmer e balcanica con il suo gioioso melange di innumerevoli strumenti, e le sue evoluzioni di soli trascinanti e i suoi ritmi in accelerazione.

Il suono dei Matrimia è uno straordinario e trascinante mix zingaro, balcanico, arabo, ebraico con influenze della chanson francaise, del jazz manouche, della musica mediterranea ma anche del reggae e del pop rock
Il nome Matrimia (in italiano Mamma Mia) è un espressione molto usata in Sicilia che richiama qualcosa di emozionante e che lascia increduli, proprio come i loro concerti dal vivo in cui riescono a essere allo stesso tempo festivi e musicalmente sofisticati
I fondatori della band sono il fisarmonicista Daniele Tesauro e il pluri percussionista Giacomo Di Domenico a cui si sono uniti, attraverso l’apporto di idee ed esperienze personali, il cantante franco-algerino Davy Deglave, il chitarrista buzukista Gero Pitanza, il carismatico clarinettista Dario Compagna e il bassista programmatore e produttore, Roberto Ferreri
Il loro nuovo album, živili (“alla salute”), vede la collaborazione del contrabbassista olandese Marko Bonarius e del virtuoso violinista svizzero-siciliano Larsen Genovese e raccoglie due anni di esperienze e tournée in Italia, Francia, Belgio e Grecia, rappresentando perfettamente la capacità del gruppo di alternare in maniera non artificiosa, momenti di danza e allegria a momenti più pacati di ricerca musicale
živili vuole essere un brindisi alla musica e alla vita ma anche un augurio di dialogo e scambio tra culture e popoli diversi.

BAGLIO IN MOSTRA

Collettiva fotografica di C. Roberto Bellavia, Antonella Callari, Fiorenza Dado, Valeria Di Martino, Marco Li Mandri, Emanuela Mamone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*