Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Nessun spiraglio al Coinres, dipendenti sul piede di guerra

Due mesi di arretrato senza sapere di preciso cosa succederà in futuro. Mamma regione ha chiuso i rubinetti delle anticipazioni ed i comuni sono stati messi di fronte alla necessità di coprire gli stipendi senza riuscirci. Il risultato finale è una nuova crisi e raccolta in tilt con immondizia che si accumula per le strade. Oggi i dipendenti Coinres sono andati allo svincolo autostradale dove un collega bagherese si era incatenato al guard rail per protestare. La notizia ha fatto il giro dei telegiornali e domani, probabilmente, sarà sulle testate giornalistiche in edicola. La situazione è grave perchè l’incertezza sul futuro è alta. Nessuno dei sindaci del consorzio è in grado di stabilire una data certa per le retribuzioni ed il sindaco di Bagheria ha dato mandato ad una ditta privata di espletare il servizio. Il costo di questa determina sarà a carico delle tasche dei cittadini che ad ogni emergenza vedono lievitare inesorabilmente i costi del servizi e, quindi, delle tasse locali. Cosa succederà nei prossimi giorni è difficile da dirsi. Il prossimo lunedi i sindaci si sono dati appuntamento per discutere sulle linee da seguire per rientrare dall’emergenza ma le soluzioni sono lontane. Nel frattempo i cumuli di immondizia aumentano cosi come le spese sostenute per la ripresa del servizio di raccolta.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*