Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Non sarà una domenica speciale

La prossima domenica non sarà una domenica speciale. Non solo perchè il povero sacerdote Don Giuseppe Passamonte non troverà posto nella sua nuova tomba accanto a padre Sampognaro, ma perchè ho l’impressione che Ficarazzi sia alla deriva. E siccome questa crisi mi è venuta pochi giorni prima di Natale ne nasce un articolo che tenta di trovare una sistemazione nella mia mente. Ancora vivo è in me il ricordo della morte di Don Giuseppe. Quante lacrime mi hanno solcato il viso e quante ne ho visto scorrere tra la gente. Il sindaco in prima linea con gli assessori alle esegue prese il microfono e commosso disse alla sua gente che quel Padre che per tanti anni è stato a Ficarazzi, lì doveva rimanere. Le sue spoglie, se i familiari lo avvessero voluto, sarebbero state poste in una tomba che ne riconosca il valore e l’affetto dei ficarazzesi. Intanto una sistemazione provvisoria lo poneva nella Cappella dei Carmelitani. Sono passati tanti giorni e, poichè Ficarazzi appartiene all’Italia dove non ce niente di più sicuro di una cosa provvisoria, di quella tomba se ne è parlato ad inizio dicembre ed una data fu posta, miracolo. Il 19 dicembre Padre Passamonte avrà la sua degna sepoltura. Domenica credo che il Palermo giocherà a Bari ma non credo che Don Giuseppe verrà spostato dai Carmelitani, ahime. Misteri di un paese che parla tanto, ma agisce poco. Il 19 dicembre doveva essere l’inizio della settimana che precede l’apertura del presepe a Villa Merlo. Acquistata dal comune da diversi anni è rimasta li, immobile, decadente, ad aspettare che qualcuno muovesse un dito per salvarla. Mancano i fondi. Quando qualcosa in Italia non si può fare si da la colpa alla mancanza di fondi, di fonti di finanziamento. Che ne so, il ministro della cultura lancia un nuovo gioco per finanziare l’arte ma di soldi per l’arte non se ne vedono e Pompei crolla come la nostra Villa Merlo e chissà quanti altri beni monumentali. Il presepe vivente non si farà, perchè? mancano i fondi ed il presidente Bellanca annuncia su facebook che sul prossimo giornale locale Libero & Solidale farà conoscere a noi mortali il perchè il presepe vivente quest’anno non si farà. Ficarazzi è colpita da un virus incurabile che si insinua nel tessuto sociale. In paese, in questo paese, non si fa niente senza fondi e, siccome, fondi a Ficarazzi non ce ne stanno allora non si fa nulla, punto. Del resto la matematica non è una opinione. E cosi come la Sagra dello Sfincione, il premio Palumbo, il trofeo Eleuterio delle auto da corsa, la Via Crucis, la Rievocazione dei Principi Giardina e chissà quante altri eventi dimentico. E poco vale se negli altri paesi tutto questo si fa e pure meglio, ma dove prendono i soldi??

Tratto da Facebook.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*