Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Operatori ecologici protestano per la mancata sicurezza sul posto di lavoro.

Oggi la raccolta dei rifiuti in paese è saltata per la protesta degli operatori ecologici. Prima di cominciare il turno di lavoro alle 6 del mattino si sono presentati alla caserma dei Carabinieri per denunciare che l’azienda Roma Costruzioni non ha dotato i dipendenti dei dispositivi di protezione necessari a svolgere il servizio. 

In particolare lamentano la mancata distribuzione di tute monouso protettive e di maschere adeguate al contenimento del virus. Inoltre non hanno disponibilità di uno spogliatoio con docce per il fine turno.

Secondo gli operatori ecologici uno spazio all’aperto con bagni chimici non può essere considerato uno spogliatoio.

“Lavoriamo con mascherine antipolvere non a norma, guanti in plastica usa e getta, non ci hanno fornito mascherine tipo FFP 3/FFP 2, non abbiamo occhiali di protezione nè tute usa e getta” scrivono gli operatori.

“Inoltre ad oggi non è stata effettuata nessuna sanificazione nei mezzi che usiamo nè sono state sanificate le isole ecologiche”

“Con l’epidemia che vi è in corso tutto ciò non è più tollerabile. Siamo continuamente in strada e mettiamo a rischio non solo la nostra salute ma soprattutto quella dei nostri familiari” concludono gli operatori.

Inoltre dobbiamo sempre ricordare che questi operatori non ricevono puntualmente le spettanze mensili. Sono in arretrato di almeno due mesi.

Il Sindaco Paolo Martorana ha dichiarato:

“Il Comune di Ficarazzi ne prende atto, in realtà, non sappiamo ancora se questa situazione sia reale o meno , come committente l’amministrazione chiede che vengano raccolti i rifiuti , tutta questa situazione dispiace sia oggettivamente che umanamente , anche perché gli operatori hanno finora fatto un egregio lavoro e continuano a farlo anche tra mille difficoltà come quelle economiche .

Ieri ho dato disposizione di trasferimento di un’altra quota del canone del servizio però tengo a precisare che sia la Ciclat sia la Roma Costruzioni devono trovare le soluzioni per poter continuare ad espletare il servizio di raccolta rifiuti, non ci sono né se e né ma, il contratto parla chiaro.

I rifiuti vanno raccolti. In questi giorni sto’ facendo di tutto per mantenere il paese pulito e proprio questa mattina a tale proposito ho inviato una nota di contestazione alla Ciclat. Pretendo che il mio paese sia pulito altrimenti sarò costretto ad attivarmi sia civilmente che penalmente nei confronti dell’azienda.”

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*