Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Raccolta differenziata a colpi di comunicati… vetro si e vetro no


.

La Roma Costruzioni aveva inviato un comunicato stampa in cui diceva che per il momento era sospeso il servizio di raccolta del vetro. Per motivi che non dipendevano dall’azienda gelese non era possibile ritirare dalle isole ecologiche la frazione vetro.

Poco dopo il Sindaco Paolo Martorana, sempre sui social, invece, annunciava che la raccolta del vetro poteva essere effettuata senza interruzioni e che la Roma Costruzione aveva inviato una notizia non veritiera.

Sempre poco dopo la Roma Costruzione inviava un comunicato in cui ripristinava il servizio di raccolta del vetro e che il tutto era stato possibile per l’intervento celere dell’amministrazione comunale.

Al di là del fatto che tutto si è svolto in poche ore e tutto sui social, vediamo in pratica cosa è potuto succedere in realtà. Ovviamente, sono idee che ci siamo fatti noi. Non è detto che sia realmente quello che è successo. Proviamo a capire cosa è successo.

Le isole ecologiche  erano piene di vetro. E non solo di vetro. Dopo l’intervento di Asl e Carabinieri che sembra abbiano posto i sigilli all’isola ecologica (se cosi si può chiamare) di Contrada Carbonaro, la Roma Costruzione non ha un luogo dove potere stoccare le frazioni della differenziata. Quindi sarà costretta a svuotare le dodici isole ecologiche del territorio e conferire direttamente nelle piattaforme autorizzate.

Lo stesso discorso vale per gli ingombranti che vengono raccolti e direttamente inviati alla piattaforma.

Supponendo che queste piattaforme vanno pagate ( e sono abbastanza salate) ma, sopratutto stipulare con loro delle convenzione o dei contratti di ingresso non è detto o automatico che si abbia un ingresso per le varie frazioni.

Dopo i comunicati stampa ipotizziamo che la piattaforma del vetro e dell’alluminio e latta non ha aperto le sue porte ai mezzi della Roma Costruzioni per la mancanza di qualcosa, possa essere il pagamento o la convenzione.

Ecco spiegato il celere intervento dell’amministrazione che ha sbloccato la situazione.

Quindi ricapitolando la Roma Costruzioni deve raccogliere la frazione di differenziato e portarlo con mezzi idonei nel più vicino impianto autorizzato e non avendo un impianto di stoccaggio provvisorio sul territorio di Ficarazzi è costretta a farlo ogni volta che raccoglie la frazione differenziabile.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*