Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Riaperto il ponte tra Ficarazzi e Aspra a senso unico alternato. Quando la burocrazia è paradossale.

Sono passati molti mesi dalla chiusura del ponte che superando la foce del fiume Eleuterio, collega Ficarazzi ad Aspra.

Un tratto di strada molto frequentato in entrambe le direzioni e che ha messo in ginocchio la frazione di Aspra. Perchè è passato tanto tempo per la riapertura parziale a senso unico alternato (regolato con semaforo) di questo ponte e le attività commerciale della frazione ne hanno risentito moltissimo.

I lavori di puntellamento della struttura dopo le prove di carico effettuate nel corso del tempo hanno impegnato la burocrazia. In questo caso l’ex Provincia Regionale di Palermo, ora Area Metropolitana. Semplici lavori che si sarebbero potuto fare in un mese ne hanno impegnati 14.

La burocrazia che è stata velocissima a chiudere il ponte dopo il caso di Genova, lenta nell’effettuare i controlli e le prove di carico della struttura, lentissima nell’avviare i lavori di puntellamento per la parziale riapertura e, con tutta probabilità, diventerà biblica nell’appaltare i lavori ed eseguirli per la totale riapertura del ponte.

Questo è quello che ci preoccupa di più. I tempi per l’apertura totale. Giustamente i commercianti ed i cittadini di Aspra hanno festeggiato l’apertura, pur parziale, del ponte perchè significa ritornare a respirare, a lavorare dopo mesi di isolamento della frazione che aveva solo un accesso, ma il pericolo sarà quello di cristallizzare questa situazione per decenni.

Speriamo che la burocrazia ci smentisca e che in tempi brevi possa appaltare i lavori per il recupero del ponte. Siamo felici per la riapertura seppur parziale del ponte e speriamo che questo imbuto non si trasformi in una trappola nel periodo estivo per i tanti automobilisti che decidono di andare ad Aspra. 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*