Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Rinvenuta un’auto che galleggiava sul mare

Con una segnalazione pervenuta al comando della polizia municipale di Ficarazzi, nella mattinata di martedi scorso, è stata scoperta una fiat cinquecento che galleggiava a ridosso del bagnasciuga nel tratto di costa tra la “Crocicchia” e la “foce” del fiume Eleuterio. Sul luogo sono tempestivamente giunti sia i vigili urbani che i carabinieri della stazione locale i quali hanno chiesto l’intervento dei sommozzatori dei vigili del fuoco nel timore che dentro l’abitacolo ci fosse qualcuno. Una volta accertato che dentro non c’era nessuno sono stati gli stessi vigili del fuoco, con una grande gru, a tirare fuori dal mare l’auto e consegnarla, sotto sequestro, alla ditta Sparacio. Dalle prime indagini la vettura, di proprietà di C.S. 36 anni di Ficarazzi, è stata rubata la stessa mattina del ritrovamento nel posteggio del Relax Park e la stessa donna poco dopo aveva presentato denuncia di furto presso la stazione carabinieri di Ficarazzi.

Da quello che trapela, le indagini sono in corso, l’attenzione delle forze dell’ordine è particolarmente rivolta al marito della donna (i due sembra che si stiano separando) il quale per rivalsa nei confronti della donna avrebbe rubato prima e buttato in mare dopo l’auto per vendetta al culmine di una lite. A facilitare le indagini c’è una telecamera posizionata proprio nello spiazzale antistante lo specchio di mare dove è stata lanciata l’auto, dove si vedrebbe (il condizionale è d’obbligo) ben visibile un uomo che spinge la vettura in mare.

     

Quella stessa telecamera, installata in quel sito per contrastare l’abbandono di sfabbricidi e rifiuti ingombranti, lo stesso giorno che fu resa operativa riprese un omicidio commesso proprio in quel punto e facilitò le indagini degli inquirenti che in poche ore chiusero il caso con la cattura dell’autore dell’omicidio.

articolo di Michele Manna

Tags:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*