Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Sabato prossimo quarti di finale per il calcio a 5 ficarazzese

Nella foto: Francesco La Targia

Ci siamo. Dopo la partita di andata a Capaci finita 6-6 e con un arbitraggio definito vergognoso anche dagli avversari si torna tra le mura amiche. La partita di andata si è sviluppata con una sostanziale parità ed equilibrio. Il Ficarazzi era partito fortissimo, portandosi in vantaggio e mantenendo le distanze. La squadra di Mister Marsala doveva, però, fare i conti con un organico non al 100% e con un avversario, Giuseppe Bologna, realizzatore di ben cinque reti, che nel finale porta in parità le sorti della partita. Ora il ritorno al Martinetto, davanti ad un pubblico amico e con la possibilità di contare su un uomo in più cioè i tifosi fedeli che fino ad ora hanno seguito questa bella squadra. Appuntamento il prossimo sabato alle ore 17,30 al campo Don Pino Puglisi di Ficarazzi.

Ecco cosa hanno scritto sulla partita in un sito dedicato:

La partita più spettacolare e più equilibrata si è giocata nella tana del Capaci Football, tra la squadra locale allenata da Tommaso Buccheri e la corazzata Ficarazzi guidata da Vincenzo Marsala. Entrambi gli allenatori hanno dovuto registrare assenze pesanti, il bomber principe Alberto Bologna da un lato, mentre le condizioni fisiche precarie di capitan La Targia e di Calatabiano hanno impedito loro di dare il solito contributo di esperienza e di qualità.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Il pareggio 6 – 6 è maturato nella seconda parte della seconda frazione dopo che gli ospiti si erano trovati in vantaggio prima per 4 – 0 e poi per 6 – 3, grazie alla quaterna di Leto (dopo la tripletta in Coppa Trinacria) e le reti di Bellanca e Tripoli. Il Capaci non hai mai mollato e trascinato da Giuseppe Bologna, autore di ben 5 marcature, è riuscita a recuperare sfruttando calci piazzati e tiri liberi. La qualificazione si giocherà al ritorno in casa del Ficarazzi.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*