Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Si benedice Piazza Padre Pio domenica 1 Aprile.

Se non ci fossero le elezioni comunali la benedizione della Piazza Padre Pio sarebbe passata inosservata. Lo dico perchè il “chiano” dove da piccolo giocavo non lo riconosco più. U chianu, ovvero Largo Smeraldo era un comunissimo largo d’asfalto dove si giocava tra la polvere alzata dalle auto in transito, inseguendo un pallone. Ovviamente altri tempi. Poi è stata chiusa insieme alla via Carbonaro  con un cantiere ed un progetto che doveva creare una vasta zona ad isola pedonale ed, infine,  è stata scelta per ospitare la statua di Padre Pio. Un miracolo direi. Perchè i devoti del Padre hanno fatto rinascere un luogo isolato rendendolo fruibile e bello. Hanno piantato gli alberi curato le aiuole, messo i grandi vasi,  innaffiato ogni santo giorno i fiori.

Un piccolo miracolo lungo un corso che di verde ha, forse, solo qualche facciata. Bene ora si inaugura una piazza che non ha nulla a che vedere con la precedente. Tutta fatta di mattoni con due alberelli che già soffrono il caldo e tanto cemento. Forse pensavo di vedere più verde  e sono rimasto tanto deluso. Quindi cosa si benedisce il cemento? La polvere lasciata dal cantiere veloce come un treno? per questo penso che in assenza di elezioni neanche avremmo visto un prete benedire la piazza.

Ed alla fine lasciatemi mandare un messaggio all’architetto che ha progettato la piazza: “ma se lei possedesse un villino avrebbe fatto questo ingresso?” Voi andate pure io non intendo partecipare ad una benedizione di solo cemento vedrò solo la S.S. Messa della Domenica delle Palme.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*