Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

TARI e TASI a Ficarazzi una stangata.

discaricaQuando i cittadini toccano per mano gli aumenti divampano le polemiche e inveiscono contro tutti ed in primo luogo contro i politici. La Tari, la tassa dei rifiuti, sta sollevando le polemiche per gli aumenti che sono avvenuti rispetto allo scorso anno. Negli ultimi cinque anni si è perso il conto di quanto sia aumentata la tassa sui rifiuti.

Tutti gridano allo scandalo per un aumento che ritengono ingiusto e sproporzionato in un periodo di crisi talmente profonda che la scelta è semplice: si pagano le tasse o si mangia a tavola.

Però il problema viene da lontano. La domanda giusta è: perché a Ficarazzi si paga tanto? La risposta sta tutta in un problema di fondo.

Il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti a Ficarazzi costa qualcosa come un milione e quattrocento mila euro o forse anche di più.

Una cifra comunque enorme, frutto di una scellerata politica regionale dei rifiuti e da una estrema difficoltà dei sindaci di trovare una strada per ridurla.

Questi soldi che spendiamo per i rifiuti lo Stato italiano li pone a carico dei cittadini di quel comune. Sempre lo Stato ha deciso che i rifiuti non si devono solo pagare per i metri quadrati delle case o delle attività commerciali ma anche per numero di componenti familiari e per tipologia di attività commerciale.

E qui che casca l’asino a Ficarazzi. Perché avendo una casa di 100 metri quadri e un nucleo familiare di cinque persone si “rompono i telefoni”. Se poi il capo famiglia è disoccupato  perché ha perso il lavoro, cosa non rara in questa bella isola, allo Stato ed al Comune poco importa e dovrà pagare.

———— Pubblicità ————

————————————

Se alla TARI si somma la TASI sulla casa la frittata è fatta. Non rimane che pagare e sorridere.

La domanda frequente, ovviamente, è sempre la stessa: perché in un paese di 13 mila abitanti in provincia di Vicenza con una villa di 130 mq e quattro familiari a carico si paga solo 170 euro mentre a Ficarazzi oltre 450 di euro? Perché la TASI a Ficarazzi è al 2,5×1000, il massimo consentito dalla legge, quando in altri paesi è al 1,5×1000?

Per la TARI sono i costi di raccolta a fare la differenza tra i due paesi. Noi non ricicliamo un grammo e inviamo tutto ad una discarica distante 200 km. Solo di gasolio potremo andare sulla Luna e ritornare. La differenziata che potrebbe ridurre i viaggi verso la discarica non decolla perché in questa terra maledetta costerebbe molto di più che mandarla in discarica.

Un paradosso del Sud dove i politici a tutti i livelli non riescono a far decollare la raccolta differenziata o sistemi alternativi alla discarica. Quello che in tutto il resto del mondo è normale da noi si trasforma in miracolo. Incredibile, ma vero. Ora che dobbiamo pagare il servizio per intero scopriamo che siamo una terra desolata. Quando dovremmo pagare scopriamo di essere poveri e ce la prendiamo con il Sindaco che non ha gli strumenti per fare la differenziata e per ridurre i costi. Gli rimangono solo le parole. Può solo sognare dato che non ha la possibilità, pur volendo, di creare un circolo virtuoso della differenziata e ridurre i costi e la TARI.

———— Pubblicità ————

————————————

Assistiamo ad un Governo Regionale giunto alla sua terza edizione e con un presidente che fa di tutto tranne che mettere mano ai problemi reali della Sicilia. Crocetta è solo un gran chiacchierone che non lascerà nessun segno positivo nei libri di storia. Solo parole e niente fatti.

Per ultimo e tanto per far capire a chi si lamenta dell’aumento della TARI voglio ricordare la vicenda degli Ex Temporary. Dopo la loro assunzione se ne dissero di tutti i colori. Quando furono licenziati i Sindaci dissero che costavano troppo e che il loro licenziamento avrebbe giovato alle casse dei Comuni. Come è finità? Sono passati due anni dal loro licenziamento ed, in riferimento a Ficarazzi, i costi sono aumentati e non diminuiti. Questa è la verità. Se una colpa la storia potrà dare al Sindaco Martorana sarà quella di non aver lottato fino in fondo per diminuire i costi della raccolta dei rifiuti pur non avendo gli strumenti adeguati e, quindi, di aver ridotto il carico sulle spalle dei suoi cittadini. O quanto meno di averci provato oltre ogni aspettativa!

———— Pubblicità ————

————————————

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*