Torna il “presepe vivente” a Villa Merlo

La gioia e lo stato di profonda grazia della nascita di Gesù Bambino sono proposti dal sindaco di Ficarazzi, avv. Paolo Francesco Martorana, nel presepe vivente che sarà rappresentato a villa Merlo a partire da domenica 23 dicembre. L’iniziativa è stata realizzata dall’assessore alla cultura, avv. Giovanni Giallombardo, in concitazione con l’associazione culturale, La Cometa, il tutto grazie alla collaborazione del consulente per le tradizioni popolari, Franco Bellanca.

Il presepe è visitabile domenica 23 dicembre, la vigilia, il giorno di Natale e quello di Santo Stefano, il 30 dicembre e il 6 gennaio ma potrebbe rimanere ulteriormente aperto al pubblico, in caso di un aumento sensibile del numero dei visitatori nei giorni prestabiliti.

In perfetta tradizione cattolica, il presepe vivente rappresenta per l’amministrazione Martorana la riproduzione della nascita di Gesù Bambino che intende regalare gioia e speranza, sentimenti di cui la comunità ha bisogno ora più che mai. “E’ dovere di un’amministrazione diffondere sentimenti di amore e di comprensione e il presepe vivente intende trasudare quella pace e serenità di cui oggi ognuno di noi ha seriamente bisogno”, così ha dichiarato il primo cittadino Martorana, reputando il presepe, il simbolo per eccellenza dell’umiltà e dell’amore materno, che ogni cattolico riconosce in Maria, alias Maria Laura Rocco e Alessia Bellanca, quando avvolge il suo primogenito in fasce e lo depone nella mangiatoia.

 

Così come ha fatto nei suoi anni da assessore alla cultura, il sindaco Martorana ha optato per una rappresentazione vivente piuttosto che iconografica nello splendido scenario settecentesco di Villa Merlo, in cui saranno riprodotti tutti i personaggi e i posti della tradizione: dai mestieranti ai pastori, dalla grotta alle stelle, dai re Magi agli agnelli senza tralasciare la presenza del bue e l’asinello. Sarà come assistere dal vivo alla natività di Gesù Bambino e ritornare indietro nel tempo quando Dio donò ai cristiani il proprio figlio in carne e ossa.

Maria Luisa Domino Addetto Stampa Comune di Ficarazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*