Truffa alle assicurazioni tra Ficarazzi, Bagheria e Palermo

Una organizzazione ben strutturata per raggirare ignari assicurati e le compagnie di assicurazioni è stata scoperta dalla Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Palermo. Le indagini hanno scoperto un raggiro ai danni delle compagnie assicuratrici e ad ignari clienti. In pratica, secondo quanto ricostruito dalle Fiamme Gialle, sembra che la banda stipulasse un contratto di assicurazione con i clienti ad una determinata cifra per poi inviare dati diversi che facevano abbassare il prezzo della polizza e lucrare sulla differenza.

Sotto la lente di ingrandimento sono finite 238 polizze assicurative stipulate da ignari clienti e che potrebbero aver fruttato parecchio denaro all’organizzazione.

Tre persone sono finite agli arresti domiciliari e altre cinque sono state indagate con obbligo di dimore e sospensione dalla professione di mediazione finanziaria. Quattro degli indagati sarebbero direttamente o tramite il nucleo familiare percettori del reddito di cittadinanza che verrà immediatamente sospeso.

Ecco i nomi degli indagati: ai domiciliari vanno Salvatore Mendola (58 anni, residente a Ficarazzi), Francesco Mendola (34 anni, residente a Ficarazzi) e Francesco Sideli (76 anni, residente a Gratteri. Obbligo di dimora e interdizione per Jonathan Varrica (28 anni, residente a Ficarazzi), Paolo Genovese (36 anni, residente a Palermo), Nicola Pedone (43 anni, residente a Bagheria), Vincenzo Teresi (62 anni, residente a Palermo) e Caterina Lucia (34 anni, residente a Ficarazzi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*