Download! EcosiciliaLeggi Ecosicilia in PDF

Un ficarazzese in corsa per le elezioni bagheresi: Giuseppe Giallombardo

il volantino di Giuseppe Giallombardo

Cari concittadini raccolgo l’invito di jack e mi presento, mi chiamo Giuseppe Giallombardo, ho35 anni, amo il mare, il Live in Italy e stravedo per mia moglie Roberta che dopo le mie figlie Asia & Viola è la regina della casa, abito a Bagheria e mi considero bagherese al 101%; Ho conseguito il Diploma di Ragioniere e Geometra, appassionato di storia e di urbanistica e attento alle politiche di sviluppo urbano, svolgo a Ficarazzi l’attività di agente immobiliare; Le idee non mi mancano, specie se si guarda ai bambini. Ed infatti tra i punti del programma«frutto di un’operazione di ascolto con i cittadini e di partecipazione» c’è la novità dei «bimbi architetti», per disegnare con l’aiuto degli operatori scolastici piccoli progetti a favore dei giovanissimi che lo considero un proficuo investimento per il futuro; Perché Biagio Sciortino. Tramontata l’alleanza con PD MPA e UDC che avrebbe dato segno di continuità e uniformità alla politica regionale, per un veto, della solita politica, talmente ridicolo che non necessita di commenti, ho scelto di appoggiare con il MIP, Biagio Sciortino, una scelta meditata ed entusiasta a sostegno ad un candidato che rappresenta e interpreta ideali, progetti e obiettivi comuni.

L’onestà, la professionalità, le idee, l’esperienza, l’amore per Bagheria di Biagio Sciortino non si discutono, come non si discute la passione disinteressata per la politica e, non meno importante, il rispetto per la persona che lo ha sempre contraddistinto, preferendo sempre percorrere l’agone politico agli squallidi attacchi personali e alle querele che l’attuale politica, povera di uomini e di idee, ci ha negli ultimi anni abituati, con un tipico esempio proprio nell’attuale amministrazione.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Biagio Sciortino ha rappresentato, nel suo trascorso da Sindaco, il periodo di maggior sviluppo sociale e culturale di Bagheria, in termini di idee, entusiasmo, modernizzazione. Di certo non sono mancati i litigi interni alle maggioranze, per la propensione a distruggere più che a costruire tanto che ad oggi molti dei candidati non risultano espressione della nostra comunità non conoscendone nemmeno le problematiche e che all’interesse del territorio è prevalsa spesso la logica delle divisioni, le contrapposizioni, nell’offese e negli attacchi personali e le imposizioni di partito; Ora il punto è proprio questo: come possiamo costruire il bene della comunità, come possiamo alimentare un positivo confronto democratico, senza che tutto degeneri nella rissa, nell’offesa, nell’attacco personale? C’è ancora spazio per una politica mite che non neghi il libero e anche aspro confronto, ma che si alimenti dell’ossigeno della reciproca diversità? Sono sicuro che la sua rielezione a Sindaco, con a fianco i collaboratori preparati e competenti presenti nelle liste che lo sostengono, rappresenterà una vittoria e un futuro migliore per Bagheria e tutti i suoi cittadini, è attualmente l’unico sulla scena bagherese che sa parlare e fare politica con la “P“ maiuscola dato che, come hanno detto bene Rutelli e Tabacci portavoce dell’API, “con Sciortino c’è una comune visione politica che nasce da lontano, una politica più vicina agli interessi della gente, testimoniata da gesti e comportamenti seri” e non una politica serva ed ingabbiata dalle logiche di partito; Perché lo slogan “ Le Vostre Idee . . . la mia FORZA!

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Non faccio il politico per professione anzi sono alla mia prima esperienzama mi chiedo “Quali idee può avere chi per anni ha dimostrato di non avere idee (ma esperienza), alla pari di chi non ha alcuna esperienza amministrativa? Questa città merita di più!  Ma deve prendere coscienza del proprio ruolo e dei propri diritti perché anche questa volta ci muoviamo sulla strada del fallimento.  Non ci saranno più appelli, siamo alla svolta finale, non possiamo permetterci un altro errore;  Abbiamo la responsabilità di piantare il seme della speranza nellementi degli uomini e delle donne di questacomunità;Bisogna ritrovare passione e slancio che solo la partecipazione può rendere possibile facendo crescere una nuova classe dirigente;

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Ribadiscono con forza che sono per la partecipazione“seria“ dei cittadini alla vita pubblica e per questo faccio un appello a tutti i cittadini di Bagheria affinché si impegnino attivamente alla vita politica in modo da portare quel rinnovamento che pare manchi alla politica bagherese, con pochi volti giovani tenuti lontano dalle logiche dei partiti i quali, con gli uomini che li compongono, sono i primi responsabili di questo stato di cose dove prevalgano non le migliori idee quanto le logiche di apparato che arrivano anche a limitare la libera e democratica espressione quando questa non è condivisa dalla maggioranza. Nella democrazia partecipata tutti i cittadini possono manifestare proposte, bisogni e aspettative: sta all’amministrazione ascoltare e dare valore alle indicazioni delle persone, per definire priorità e caratteristiche degli interventi sulla città, in modo che le decisionisul futuro di Bagheria siano realmente condivise dalla cittadinanza.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

L’esperienza di altri Comuni ci insegna che il primo passo per favorire il dialogo tra l’amministrazione e la gente, è quello di costituire e riconoscere soggetti intermedi, come le consulte di settore o i comitati di quartiere, in cui i cittadini mantengono il “diritto alla parola” e un ruolo attivo nella gestione della “cosa pubblica” e nella Pianificazione Strategica del nostro paese; La partecipazione attiva dei cittadini trova nelle nuove tecnologie un valido supporto per poter seguire un percorso completo di democrazia partecipata, anche se non si potrà mai fare a meno dei mezzi tradizionali, quelli a visu, che restano i più efficaci canali di comunicazionecon le persone. In un mercato globalizzato, non si può pensare di risolvere le questioni avendo a disposizione solamente gli strumenti reperibili nell’ambito cittadino. Oggi le nuove tecnologie di comunicazione,nella loro innovativa prassi incentrata sulla ricerca, contribuisconoallo scambio di nuove pratiche, conoscenze, esperienze, soluzioniinnovative utili a un’azione che non solo si limita alla fase di resistenza alle scelte sbagliate decise dagli amministratori, ma soprattutto a quella propositiva; Per questo mi auguro che la prossima amministrazione, qualunqueessa sia, approvi un regolamento dedicato alla partecipazione, predisponga locali idonei ad ospitare i comitati di quartiere e supporti dal punto di vista organizzativo le consulte. L’amministrazione dovrà inoltre garantire una adeguata e capillare informazione su tutta l’attività in corso, in modo da coinvolgere il maggior numero possibile di attori interessati. Il pensiero va soprattutto a tutte le categorie sociali che normalmentenon sono rappresentate, i cittadini “senza voce”.  Sarà necessario impegnarsi per fornire loro informazioni e possibilità di esprimere pareri e opinioni per non trasformare una grande opportunitàin una ulteriore causa di esclusione sociale. Ecco perché le Vostre Idee!

Giuseppe Giallombardo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*