Vandali in azione: ultimo atto

Aver divelto il lupo addomesticato da San Francesco è l’ultimo atto di vandalismo che suscita in noi un grande sgomento. Quel lupo che si avvicina a San Francesco per posare il muso nella mano del Santo è una raffigurazione del potere di Dio che doma anche gli animi più ribelli. Il lupo si fa agnello. San Francesco lo chiama a se come a convertirlo. Aver buttato giù il lupo come atto vandalico va oltre la semplice rottura di una statua e la goccia che fa traboccare il vaso.

I ragazzi di oggi e non escludo nessuno o quasi, sono privi di qualsiasi rispetto generazionale e di educazione civica. Rispondono male ai genitori, agli insegnanti a scuola, alle forze di polizia e a chiunque si presenta davanti a loro.

Vi sembra esagerato? forse un po catastrofico, ma sembra la realtà dei fatti. Basta seguire più da vicino questi ragazzi. A cominciare dalla scuola e fino al tempo libero.

Se volete date la colpa al Sindaco, a Renzi, ai Carabinieri e alla Polizia, alla Magistratura, alla Chiesa ed, infine, alla Scuola. Date la colpa agli altri. In verità la colpa è solo ed esclusivamente dei genitori. E’ la famiglia il luogo dove cresce il futuro vandalo. E non pensiate che sono le famiglia disadattate o povere a partorire vandali in quantità. Anche i figli di medici, impiegati, avvocati e imprenditori sono vandali. E la cronaca lo ha dimostrato.

Quindi bisogna correggere l’educazione fin dalla famiglia, altrimenti la scuola e la società poco possono contro il futuro degrado generazionale….

A piangere le conseguenze siamo tutti. La stazione ferroviaria è spesso preda di atti vandalici; le palestre del territorio sono state distrutte o quasi; le piazze sono territorio off limits la sera. Una situazione da far west che sta raggiungendo proporzioni troppo grandi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*