Volontari per scelta: due sorelle impegnate nel sociale


monastero02Sono due sorelle che hanno deciso di dedicare una parte della loro estate a coloro che hanno bisogno. E’ la storia delle due sorelle Monastero, Rosalinda e Maria Rita, che sono andate lontano da casa per assistere chi ha bisogno. Una scelta difficile appoggiata dalla famiglia che si ritiene fortunata ad avere due ragazze con la testa a posto. E la famiglia in queste scelta è decisiva.

Rosalinda è partita per l’isola di Lampedusa con la Caritas per dare la prima assistenza ai bambini che sbarcano di frequente su quella terra. Bambini che in molti casi non hanno genitori e che quando raggiungono la terra ferma si possono definire dei piccoli miracolati. Rosalinda li accoglie e li fa sentire a proprio agio in una terra che non conoscono e dove tutto sembra cosi strano. Raccontano le storie più assurde e dolorose e quando finiscono di raccontarti la loro odissea per giungere in Italia ti strappano qualche lacrima.

Rosalinda è rimasta una settimana sull’isola e se il tempo vola e può sembrare breve la permanenza nel centro, il bagaglio culturale che ti porti dietro si è riempito di tante storie e ti cambia un po anche la vita. Toccare con mano il dolore di questi bambini anche se per cosi poco tempo, ti lascia il segno dentro. Rosalinda ha voluto fare una esperienza di vita, diventare volontario della Caritas, per crescere ed imparare ed il risultato finale è stato riempirsi il cuore dei tanti sorrisi che hai cercato di strappare dalle facce di questi tristi bambini che hanno perso tutto.

La sorella Maria Rita, invece, ha scelto la Tanzania ed un centro sociale fondato nel paese africano dall’AMI, l’Associazione Missionaria Internazionale, che raccoglie i volontari da tutta Italia e li invia nel paese africano per un contatto diretto con quella realtà. Solo due le siciliani presenti al villaggio. Maria Rita è partita dalla Sicilia il 10 agosto e vi farà ritorno il prossimo 5 settembre. Quasi un mese dedicato ai bambini del villaggio ed una esperienza forte. Un modo di crescere e di donare. Si occupa di far studiare e di intrattenere i più piccoli in un villaggio africano, portando quanto si è imparato in Italia.

Queste due sorelle hanno scelto di passare le loro vacanze aiutando gli altri. Hanno voluto toccare con mano realtà a noi distanti e che difficilmente si potrebbero comprendere restando a casa. Siamo lieti e felici di aver potuto parlare di queste due giovani ficarazzesi che nel loro piccolo sono il nostro orgoglio…

Galleria fotografica:

Un pensiero su “Volontari per scelta: due sorelle impegnate nel sociale

  • 24 Agosto 2014 in 14:31
    Permalink

    Ringrazio l’autore dell’articolo per questa attenzione riservata a me e mia sorella! A breve provvederò a scrivere un articolo in cui illustrerò più precisamente di cosa mi sono occupata e le emozioni che Lampedusa mi ha lasciato. Alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*